Mipel, in crescita la presenza di espositori e buyers. La rassegna conferma la sua leadership a livello internazionale.
Mipel ribadisce il suo ruolo di rassegna di riferimento a livello mondiale nei settori della pelletteria e accessori. L’edizione di settembre, cui hanno partecipato 436 espositori, ha visto la presenza di ben 19.097 buyers, di cui 9.650 italiani e 9.447 esteri (il 50% del totale). In crescita i visitatori provenienti da Russia (+ 84%), Giappone (+ 47%), Spagna (+ 14%), Francia (+ 8,9%) e Nord America (6%). "Rispetto all’edizione di settembre 2006 gli espositori del Mipel sono cresciuti del 14% e la superficie occupata del 10% circa. La sensazione è quella di una edizione che è andata affermandosi in crescendo durante le 4 giornate, toccando il culmine nella giornata di sabato con più di 5.000 visitatori – afferma il presidente di Aimpes-Mipel, Giorgio Cannara.

Abbiamo segni positivi da tutti i Paesi, in particolare da quelli dell’Est, a conferma che le nostre campagne promozionali hanno dato i loro frutti".

Assegnati i premi del concorso Mipel…issima
Se li aggiudicano Tramontano, Giorgio Fedon & figli e Owa Moden
Grande festa durante "The bags in Show", la serata di gala promossa da Mipel per riunire buyer e giornalisti. Una occasione speciale per celebrare non solo il successo della manifestazione ma anche per assegnare i premi del concorso Mipel…issima.
L’azienda Tramontano si è aggiudicata il premio per la miglior Immagine e Comunicazione, Giorgio Fedon & figli per la Qualità e la tedesca Owa Moden per la miglior Innovazione di Prodotto.
Nel corso della serata è stato proclamato anche il vincitore del concorso "Accessories" (Royal Belts) mentre alla “Bruno Rossi Bags” è stato assegnato il "Bag Web Award" di Expopage. Infine, la seconda edizione del concorso "La miglior vetrina" ha visto prevalere Leonhard Heyden, davanti a Achille Pinto e Bianchi e Nardi.
Tendenze: piacerà ancora tutto ciò che è morbido
Lusso e praticità per l’estivo 2008.
Nelle forme e nei contrasti i leit-motiv dell’invernale ’08 -‘09   
Lusso e praticità. Che fanno rima con qualità. Sono le parole d’ordine per l’estivo 2008 della fedele compagna della donna: la borsa. In un susseguirsi di pelli pregiate che danno forma a modelli dai volumi ampi e dalle tonalità vivaci. E ancora, stampe per cinture alte, gioielli in cristallo e resina e pagine di quotidiani applicate su borse rigorosamente "limited edition".
Nel complesso, le nuove tendenze 2008 emerse tra gli stand della 92esima edizione di Mipel sono all’insegna del freddo o aromatico, aspro o speziato: i materiali si muovono tra solido e liquido, fluido e costruito, attraverso l’esplorazione dei sensi alla ricerca del punto dove umano e tecnologico si intrecciano.
La materia diventa liquida: morbido – lucido è il must della stagione con spalmature vitree non omogenee, verniciature dal sapore improvvisato, esclusivo che portano le lucentezze all’estremo. Sul versante "solido" i materiali saranno classici e basici ma gli interventi e la neutralizzazione dei colori faranno diventare questi concetti adatti a catturare le atmosfere della nuova stagione.
Nelle forme e nei loro contrasti, invece, i leit-motiv dell’invernale ‘08-‘09: dalle small dei dettagli, sulle borse e sulle scarpe come sull’abbigliamento, in contrasto con i volumi large, che si ispirano all’active sportswear; a quelle nuove dei tacchi. E’ quanto emerge dall’analisi del Comitato Trend Selection – all’insegna dello slogan "La misura è tutto" – che ha impostato le tendenze per l’autunno-inverno 2008-2009.
Piacerà ancora tutto ciò che è morbido, soprattutto la nappa, compresa quella maschile che utilizzerà anche la donna. In evidenza, inoltre, le lucentezze liquide di effetti cangianti come petrolio, di naplak morbidi, di perlature. E ancora: abbinamenti lucido-opaco, opacità decise, metalli spenti da lavaggi oppure basi molto opache da rivitalizzare con perlature. Sarà la stagione degli spessori e del volume, degli effetti tridimensionali ottenuti con sovrapposizioni, arricciature, trapuntature ed elasticizzazioni. Le geometrie micro e macro creeranno il ritmo, mentre le microstampe su tutto muoveranno le superfici, insieme a block prints, disegni piazzati geometrici e grafismi lineari.
Per Roberto Ricci, esperto di moda e curatore delle tendenze per Mipel “la qualità degli accessori è decisamente migliorata nonostante i materiali utilizzati siano spesso economici. Si è comunque riusciti a valorizzarli molto attraverso una lavorazione molto accurata e, in alcuni casi, ricca e ben fatta. " Per quanto riguarda le borse, i colori a farla da padrone saranno il grigio e il nero. Quest’ultimo sarà una vera e propria tendenza: l’inverno s’incupisce ma non muore, infatti, arricchito da bagliori di tinte forti e luccichii di metallo. Paradossalmente ci sarà il boom delle pochette, mentre le borse a tracolla resisteranno ma solo nella versione “a spalla”, più corta. Tra i materiali avremo trapuntature in tessuto e pelle e stoffe pesanti come tappeti. Si punterà sulla morbidezza del cuoio che dovrà essere soffice al tatto anche se la borsa è costruita. Rimane la vernice ma va sempre più scemando".

Categorie: Trade News Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 22.10.2007
Ultimo aggiornamento: 22 ottobre 2007