Oggi, nel cuore di Milano, presso la Terrazza Martini, è nata la Piattaforma Sistema Formativo Moda. Ed è pulsante come i suoi promotori: l’Assessore alla Moda e al Turismo della Provincia di Milano, Antonio Oliverio, il Presidente del Comitato Lombardia per la Moda, Giovanni Bozzetti, il Presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana, Mario Boselli e le Scuole di Moda di Milano e Provincia e cio? Domus Academy, IED, Istituto Carlo Secoli, Istituto di Moda Burgo, Istituto Marangoni, Monza fashion School, Naba, Consorzio Milano Fashion Institute (Univ. Cattolica, Politecnico di Milano e Sda Bocconi), Ipsia Bernocchi di Legnano e Agenzia per la Formazione, l’orientamento e il lavoro della Provincia di Milano.

Tutti insieme, per la prima volta, hanno aderito, firmando il suo Manifesto, alla Piattaforma, organismo che si propone di definire e comunicare l’identità del sistema formativo moda, concentrandosi sulle sue peculiarità ed evidenziandone le diversità dai sistemi di paesi esteri. Creando iniziative che facilitino l’accesso e la comprensione dell’offerta didattica a studenti italiani ed esteri e stimolino le istituzioni competenti a lavorare sulle problematiche inerenti la ricettività e la permanenza degli stessi. Inoltre, la Piattaforma vuole diventare un interlocutore credibile con il Sistema Industriale, le Istituzioni e la Stampa internazionale e un promotore di iniziative culturali legate al sistema moda e al supporto dei giovani talenti. Ambisce a stimolare  il processo di creazione di una cultura di moda sul territorio e di una cultura imprenditoriale che faciliti i giovani nelle fasi di start-up aziendale, sia lavorando a stretto contatto con gli incubatori e i progetti già esistenti, sia stimolandone di nuovi.

Ci spiega Mario Boselli: CNMI giù da tempo è impegnata a sostenere i giovani attraverso iniziative come Fashion Incubator, New Upcoming Designer, Tutor della Moda e attraverso un’importante attività di formazione e ricerca, sostiene con entusiasmo la nascita della Piattaforma che rappresenta un momento costruttivo di dialogo e confronto?.

Uno straordinario momento di grande importanza per la Moda perchè finalmente si è riusciti a fare sistema, creando sinergie tra tutte le Scuole e le Istituzioni.

La piattaforma, attraverso eventi, borse di studio e road show, diventa così un laboratorio di idee, un contenitore di nuove eccellenze, un serbatoio di giovani con professionalità formate con un valore aggiunto, in grado di contrastare l’omologazione. Giovani artigiani e manager in grado di dialogare con l’industria della Moda.

Per Giovanni Bozzetti: “L’eccellenza del Sistema formativo lombardo è prodromico all’eccellenza del sistema produttivo moda. Sostenere il polo formativo significa anche guidare con mano il mondo industriale ad elevati livelli di creatività e qualità per vincere la competitività degli altri Paesi in una economia ormai globalizzata”.

Conclude Antonio Oliverio: “Le scuole di moda sono un’altra eccellenza che porta migliaia di giovani italiani e stranieri nel nostro territorio. E’ importante dargli il benvenuto come città e lavorare in sinergia con loro, dando ai ragazzi stranieri il senso dell’accoglienza che il nostro paese sa esprimere perché, una volta tornati in patria, portino con loro l’italian style, che è fatto non solo di tecnica ma anche di stile di vita”.

Categorie: Agenda Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: