Con linea Mediterranea ci prepariamo ad un Natale Speciale con le 12 regole per un TRUCCO PERFETTO. Ogni giorno un consiglio, un suggerimento, una novità.

Oggi, a differenza del passato, i prodotti, i colori e gli stili del trucco vivono in sinergia con l’aspettativa femminile per un trucco più naturale e più vicino alle esigenze della pelle. Prodotti che durano più a lungo, più affini alle necessità della pelle, frutto di ricerche e studi approfonditi nel settore della formulazione cosmetica. La corretta sequenza applicativa è la seguente:
• applica con i polpastrelli o con una spugnetta, la Base Trucco Illuminante Azione
Lifting Emolliente
• correggi le imperfezioni cromatiche con il Correttore 3Attivo Azione Lenitiva
Decongestionante Occhiaie Borse Macchie
• uniforma il colore del viso con il Fondotinta Levigante Azione Riempitiva Lunga
Durata o il Fondotinta Correttivo Azione Antimacchia. Puoi anche utilizzare la Terra
Solare Illuminante Azione Protettiva
• se hai utilizzato il fondotinta applica la Cipria Compatta Uniformante Azione Levigante
• definisci il contorno degli occhi con la Matita Occhi Alta Definizione Lunga Durata
• determina il colore trucco degli occhi applicando un colore o più colori
miscelati del Quartetto Ombretti Illuminanti e Intensificanti
• evidenzia le ciglia con il Mascara Espansione 3D Azione Emolliente Elasticizzante
o il Trattamento Ciglia Fortificante Azione Ristrutturante
• rifinisci il trucco degli occhi con il Delineatore Sopracciglia Riempitivo e Correttivo
• prepara le labbra applicando la Base Uniformante Labbra Azione Correttiva
e Volumizzante
• traccia il contorno della bocca con il Delineatore Labbra Effetto Barriera
• applica il Rossetto Protettivo Azione Antietà Lunga Tenuta o il Lucidalabbra Trattante
Azione Volumizzante Antiscrepolatura
• applica lo Smalto Allungante Azione Schiarente o lo Smalto Trattante Azione
Levigante Riempitiva

Il viso
Viso rotondo, quadrato, triangolare, lungo: la pelle del viso è fondamentale per la buona riuscita del trucco.
Una base tonica e di colore uniforme da maggiore risalto ai colori ed alle sfumature con le quali decidiamo di personalizzare il trucco.
Per ottimizzare l’aspetto della struttura cutanea del viso è necessaria l’interazione di diversi prodotti: base trucco – correttore – fondotinta – cipria – terra abbronzante.
Eventuali correzioni possono essere attuate per compensazione cromatica, nel caso ci si trovi di fronte ad un’occhiaia, oppure per compensazione di luminosità nel caso in cui la correzione debba intervenire su segni di espressione, rughe e cicatrici.
La soluzione a questi problemi racchiude le regole fondamentali del trucco che serviranno per comprendere meglio quanto andremo a spiegare nei capitoli successivi.
Le regole fondamentali del trucco possono essere riassunte in:
• Teoria del colore
• Teoria del chiaro – scuro

Teoria del colore
Se ci guardiamo intorno ed osserviamo attentamente i colori che ci circondano, ci  renderemo conto che ognuno di essi non è altro che la miscela di altri colori che a loro volta sono stati illuminati o incupiti.
I colori primari per la realizzazione di tutte queste miscele sono:
GIALLO – ROSSO – BLU
Accoppiando in miscela i colori primari otteniamo i colori secondari, se invece misceliamo contemporaneamente i tre colori primari li neutralizziamo ottenendo un colore grigio con riflessi marroni.
I colori ottenuti dalla miscela dei primari sono riassunti nello schema seguente:
Proseguendo con la miscela dei colori secondari si ottengono ulteriori gradazioni. Considerando che la miscela dei tre colori primari determina la neutralizzazione degli stessi, risulta evidente che la necessità di neutralizzare uno dei tre colori o una delle miscele derivanti è solvibile con l’aggiunta dei colori mancanti.
La neutralizzazione del ROSSO si ottiene con l’aggiunta del BLU + GIALLO ovvero il VERDE e viceversa.
La neutralizzazione del BLU si ottiene con l’aggiunta del ROSSO + GIALLO ovvero
l’ARANCIONE e viceversa.
La neutralizzazione del GIALLO si ottiene con l’aggiunta del BLU + ROSSO ovvero
il VIOLA e viceversa.

A questo punto risulta facile correggere le discromie cutanee se consideriamo che l’occhiaia è tendenzialmente blu – violacea, un angioma o gli effetti della
couperose di colore rosso, le macchie violacee che affiorano con il passare degli anni.
Bisogna però considerare che queste discromie non si presentano su di una superficie
bianca o trasparente bensì sul tipico colore della pelle, pertanto le relative miscele di colore devono essere integrate in un prodotto di gradazione il più simile possibile a quella della pelle stessa. La teoria del colore ci permette di capire come abbinare i colori ed evitare che contrasti e neutralizzazioni cambino il risultato desiderato.
Il chiaro e lo scuro, la luce e l’ombra Si può considerare il principio fondamentale del trucco, la regola base di ogni applicazione che permette di raggiungere il risultato desiderato.
Se osserviamo attentamente un volto ritratto in un dipinto o in una fotografia, oppure il nostro stesso volto riflesso in uno specchio, ci accorgiamo che alcune zone appaiono più luminose ed evidenti mentre altre si attenuano sino a confondersi con le ombre che le circondano.
La spiegazione è semplicissima: laddove si irradia un fascio luminoso, l’area appare più evidente mentre l’assenza di luce incupisce l’area rendendola meno evidente rispetto alla precedente.
Questo è quanto si può riprodurre con l’aiuto del trucco.
I COLORI CHIARI
Mettono in evidenza l’area sulla quale vengono applicati ammorbidendo i tratti.
I COLORI SCURI
Attenuano la visione dell’area sulla quale vengono applicati e la rendono più incisiva.
IL CHIARO E LO SCURO
Intervengono anche nella luminosità dei colori, infatti se ai colori primari od ai loro derivati aggiungiamo il BIANCO, possiamo ottenere svariate gradazioni di colore chiaro, se agli stessi colori aggiungiamo il NERO otteniamo il risultato opposto, ovvero svariate gradazioni di colore scuro.
Se consideriamo che una ruga o una cicatrice presentano spessori differenti nelle loro diverse parti, e se consideriamo che su questi diversi punti la luce interferisce in modo disomogeneo, possiamo capire come intervenire con le relative correzioni.
Prendiamo come esempio una classica borsa sotto gli occhi: si presenta con un’area rigonfia sottolineata lungo tutto il suo perimetro inferiore da una linea concava di colore più scuro rispetto alla stessa.
L’intervento consiste nel riequilibrare visivamente lo scompenso di spessore che esiste tra il punto più esposto della borsa e quello più profondo della linea sottostante.
Il nostro compito sarà quello di illuminare ovvero di schiarire l’incavo di tonalità scura e di scurire leggermente la parte rigonfia creando una sfumatura morbida tra piega e gonfiore.
In questo modo riusciamo a cancellare ogni eventuale stacco di luminosità tra chiaro e scuro.
Segue…..
Consigli di Mario De Luigi per Linea Mediterranea.

Categorie: Curiosità Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 13.12.2007
Ultimo aggiornamento: 13 dicembre 2007