IL CONSORZIO CENTOPERCENTO ITALIANO PREMIATO DA AIMPES. DIECI ANNI DI IMPEGNO A FAVORE DEL MADE IN ITALY.

In occasione della 93ma edizione del Mipel, Fiera internazionale della pelletteria, il Consorzio Centopercento Italiano ricevera’ un riconoscimento dall’Associazione Italiana Manifatturieri Pelli e Succedanei (AIMPES) presieduta da Giorgio Cannara. Il Premio verra’ consegnato durante la serata di gala “La Borsa in Festa” che si svolgera’ a Milano, sabato 1 marzo, nell’ambito della fiera. ”E’ per noi una grande soddisfazione ricevere un riconoscimento dall’associazione di categoria del settore al quale apparteniamo e nell’ambito della fiera di settore piu’ importante al mondo – ha dichiarato il presidente del Consorzio Centopercento Italiano, Andrea Calistri -. E’ un riconoscimento che va ai nostri dieci anni di attivita’, al nostro grande impegno nel creare sempre nuove leve di competizione alle nostre imprese perché possano affrontare i mercati del mondo, e fronteggiare i problemi del made in Italy e della contraffazione. Questo premio che ci arriva dopo dieci anni di lavoro conferma il nostro merito ad aver fatto qualcosa di serio e senza mai perdere di vista l’obiettivo che ci eravamo prefissati: continuare a scommettere sul made in Italy.”

Il Consorzio Centopercento Italiano – presieduto da Andrea Calistri e diretto da Laura Chini – ha sede a Scandicci (Fi) e fa capo a un gruppo di produttori italiani del settore “manufatti in pelle.” In dieci anni e’ cresciuto fino a diventare una realta’ economica di notevole rilievo: un fatturato di 200 milioni di euro nel 2006 con 4,6 milioni di pezzi prodotti (42% conto proprio e 43% grandi firme e 15% per private label), 67 soci di cui 63 aziende manifatturiere, 4 soci sostenitori (Carismi, Comune di Pontassieve, Savintrasport, Del Vecchia). Il numero di addetti e’ 1.300, 1.500 sono gli occupati nell’indotto, 480 le imprese sub-fornitrici.

Sempre nel nome – per la diffusione, la promozione e la salvaguardia – del piu’ qualificato artigianato Made in Italy sono state le numerose attivita’ del Consorzio Centopercento Italiano. Ha da poco compiuto un anno l’outlet I-Place, che si trova in viuzzo del Piscetto 6/8, a Scandicci (FI), nel cuore del distretto della pelletteria del lusso. Con i suoi 1250 mq di spazio espositivo I-Place e’ una vetrina per le aziende made in Italy, ma anche location di grandi eventi dedicati alla moda, all’arte, alle imprese, organizzati secondo un calendario di appuntamenti mensili che richiamano un vasto pubblico oltre agli operatori del settore.

Altre tappe importanti e significative per la crescita del Consorzio sono state I-Place – La “Qualita’ del Saper Fare” – il format espositivo concepito con elementi distintivi rispetto al panorama delle mostre tradizionali ed esportato nei principali mercati di sbocco – e l’Alta Scuola di Pelletteria Italiana, per dare risposte concrete alla sempre piu’ insistente richiesta di maestranze specializzate da parte delle aziende. Inoltre, dal 2003, Centopercento italiano e’ certificato SA8000, ed e’ stato il primo nel settore ad affrontare l’obiettivo della responsabilita’ sociale di impresa: trasparenza verso i clienti, rispetto dei diritti dei lavoratori, controllo sull’intera catena di fornitura sono state scelte faticose da attuare ma vincenti. Il prossimo traguardo? La tracciabilita’ del prodotto, per documentare al consumatore la certificazione di qualita’ di ciò che acquista. Il progetto, per ora in fase sperimentale, verra’ concluso nel corso del 2008.
Info: www.i-place.it

Categorie: Trade News Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: