FILO consolida il trend e cresce di oltre il 25% rispetto a marzo 2007.

FILO, il salone internazionale  dei filati e delle fibre per tessitura circolare ed ortogonale e tessili tecnici organizzato da AssoServizi Srl, chiude la sua 29esima edizione al Centro Congressi Stelline di Milano in un clima di grande soddisfazione.
Inaugurato mercoledì scorso con la presenza dello stilista Romeo Gigli, del presidente dell’Uib e della Fondazione “Biella The art of Excellence” Luciano Donatelli, e dell’assessore alla Ricerca e Innovazione della regione Piemonte, Andrea Bairati, il salone archivia oggi la sua edizione di primavera con una tenuta di presenze rispetto all’eccezionale edizione dell’ottobre scorso (circa 2500 visitatori) e con un incremento di oltre il 25% rispetto a quella del marzo 2007 quando le presenze erano invece state circa 1900.
Da FILO, secondo quanto dichiarato in apertura da Romeo Gigli, parte la riscossa di una filiera che deve sempre più presentarsi come coesa e unitaria per fare vincere la creatività e l’innovazione.
Per Luciano Donatelli, inoltre, proprio la manifestazione di Filo segna l’orgoglio di un sistema industriale che sta riscoprendo la virtù del fare impresa privilegiando il fattore umano.
“In un contesto difficile e carico di incognite – ha detto il presidente Donatelli -, assume un’importanza sempre più rilevante il nuovo assetto del mercato globale che non solo non ripete più gli stilemi del passato ma appare sempre più caratterizzato dal venire meno del paradigma della stagionalità e dalla più forte richiesta di qualità. FILO sintetizza al meglio tutto ciò ma ribadisce al contempo la necessità di una nuova e più attenta politica industriale per il settore”.
Un’attenzione che proprio l’assessore Andrea Bairati ha detto essere nei voti dell’azione politica, ribadendo che occorre ringiovanire la filiera “con le chiavi della tecnologia e della creatività”.
Proprio sulla creatività ha centrato il suo intervento Romeo Gigli che ha voluto definirla “il principale valore dell’economia italiana; l’elemento distintivo del nostro complessivo sistema economico”.
Di tutto questo fermento, ancora una volta, FILO ha saputo farsi interprete nel corso di questa 29esima edizione. Il primo giorno, infatti, il salone  ha confermato il forte afflusso di presenze della prima giornata di fiera dell’ottobre scorso, il che significa un incremento di oltre il 20% rispetto al  primo giorno dell’edizione omologa del marzo 2007. Ottima l’affluenza dei buyers esteri, con il ritorno dei compratori del Sol Levante, seguiti da Inghilterra, Germania e Francia, per un FILO sempre più internazionale che ha visto la presenza di una delegazione di 17 imprenditori stranieri guidata dall’Ice.
Grandissimo interesse e consenso ha suscitato, tra i visitatori e gli espositori, il complessivo restyling di immagine del salone, con un nuovo catalogo, rivisitato nei colori e nelle immagini, molto apprezzato e curato da IEBcomunicazione Srl, nonché con lo spazio Filoteca, una sorta di manifestazione in sintesi, ricca di tutti gli spunti dei prodotti innovativi presenti al salone.
Sugli oltre 2 mila metri quadrati del parterre espositivo delle Stelline, gli 87 marchi internazionali presenti al salone hanno saggiato l’andamento prossimo del mercato di comparto, ancora piuttosto lento, misurando la loro creatività sul tema dei “Codici” scelto quale motivo ispiratore delle collezioni di questa 29esima edizione connotata anche dalla presenza di “BIELLA The Art of Excellence” e di Autex.
“La soddisfazione degli espositori da un lato e la presenza di personalità come quella di Romeo Gigli e di Andrea Bairati dall’altro  costituisce un legittimo motivo di orgoglio per Filo – commenta Arnaldo Cartotto, amministratore delegato di AssoServizi Srl, società organizzatrice del salone -. Si tratta della preziosa conferma di come stia continuando l’onda lunga di rilancio. Siamo impegnati nella costante ricerca di nuovi spunti per far crescere ancora il salone. Con l’inaugurazione di mercoledì scorso, abbiamo inoltre costituito delle alleanze con il mondo della moda e gettato le basi per una proficua collaborazione con la Regione Piemonte nell’ambito di un grande progetto sulla creatività. L’aumento degli espositori e delle presenze al salone contribuisce inoltre a restituire l’immagine di un comparto che ha in sé gli anticorpi vitali di reazione alla crisi”.
La prossima edizione di FILO è prevista il 15 e 16 ottobre 2008 sempre al Centro Congressi Stelline di Milano.

Categorie: Trade News Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 21.03.2008
Ultimo aggiornamento: 21 marzo 2008