1968-2008 – 40 anni di design tra continuità e discontinuità… La mostra organizzata dalla rivista AREA presso la sede del Sole 24 ORE sarà inaugurata il prossimo 18 aprile.

Passato e futuro del mondo del design a confronto in “1968-2008 – 40 anni di design tra continuità e discontinuità”, mostra curata da Marco Casamonti, direttore della rivista Area, e Carlo Vannicola, docente presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Genova, ed allestita presso la Sala Collina de Il Sole 24 ORE, in via Monte Rosa 91.

Realizzata in occasione della kermesse del Salone del Mobile la mostra sarà aperta al pubblico da venerdì 18 aprile alle ore 20.00 e visitabile per tutta la giornata di sabato 19 aprile dalle ore 10.00 alle ore 22.00.

Obiettivo della mostra è offrire un momento di riflessione sui diversi modi di interpretare l’oggetto d’uso. L’esposizione è stata realizzata accostando oggetti identici per tipologia e funzioni, ma prodotti in epoche diverse – la fine degli anni Sessanta e oggi – per capire come è cambiata la società, il modo di progettare e di vivere negli ultimi quarant’anni. Il confronto è immediato e diretto tra il tavolo “Quaderna” di Superstudio prodotto da Zanotta nel 1970 e il tavolo “4spr” disegnato nel 2003 da Jean Nouvel per Matteo Grassi, tra la celebre libreria “Nuvola rossa” di Vico Magistretti per Cassina del 1977, con l’omologa sequenza circolare interpretata da “Cloud” dei Bouroullec del 2002, o ancora tra l’incredibile “dondolo” disegnato da Leonardi e Stagi nel 1967 per Bernini al cospetto della fluida seduta “MT3” di Ron Arad per Driade. “La mostra – ha commentato Maro Casamonti – è un’indagine retrospettiva sulle vicende e gli oggetti che hanno segnato il dibattito e la produzione di questi ultimi quarant’anni, un utile strumento di riflessione e confronto per comprendere le condizioni dell’abitare e del pensiero contemporaneo. Il visitatore sarà affascinato dall’appassionante vicenda ancora irrisolta: modernità o tradizione, continuità o discontinuità?”

La mostra rispecchia il lavoro di ricerca condotto dalla redazione della rivista Area, bimestrale edito da Il Sole 24 ORE Business Media, che ogni anno in occasione del Salone del Mobile pubblica un numero speciale dedicato al design. Il numero speciale Area 97+, che funge anche da catalogo della mostra, è interamente dedicato al tema del design, con un confronto tra passato e futuro per cogliere i modi di agire del domani. Il design rappresenta un tema verso il quale Area porrà sempre maggiore attenzione perché strategico per lo sviluppo dei contenuti della rivista.

Per l’allestimento della mostra all’interno della Sala Collina è stato ricavato un nuovo volume definito da un involucro tessile. Lo spazio è stato suddiviso, o meglio “affettato” in una serie di strisce, in una sequenza di fasce concepite come le pagine di una rivista, che si sollevano a rotazione da terra sino a diventare il supporto su cui sono esposti gli oggetti in mostra.

Su ogni piedistallo sono stati posizionati due oggetti, identici per tipologia e funzione, uno prodotto intorno alla fine degli anni Sessanta ed uno prodotto oggi, posti l’uno accanto all’altro come di fronte ad uno specchio che riflette il trascorrere del tempo. Delle semplici didascalie facilitano la comprensione da parte del visitatore che, in maniera intuitiva, ha la possibilità di confrontare e leggere l’evoluzione dei diversi oggetti nel tempo per contrapposizione o analogia.

A completamento della mostra le video interviste di Marco Casamonti a due grandi protagonisti del mondo del design italiano Andrea Branzi e Michele De Lucchi e la proiezione di spezzoni di film tratti dalla cinematografia degli ultimi 40 anni che riportano l’impiego quotidiano degli oggetti in mostra.

In occasione del Salone del Mobile la sede del Sole 24 ORE ospiterà, sempre venerdì 18 aprile, anche l’evento “DESIGN THINKING” promosso dal magazine del Sole 24 ORE “Ventiquattro”. L’iniziativa prevede alle ore 18.00 una tavola rotonda con i direttori delle principali testate internazionali di design, invitati a ripensare l’impresa creativa sulla scorta dell’analisi del “senso del design” presentata dal sociologo Francesco Morace e, dalle ore 20.00, le performance di pensiero creativo applicato: Visual Design di Felice Limosani e Food Performance di Filippo La Mantia.

Categorie: Agenda Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 16.04.2008
Ultimo aggiornamento: 16 aprile 2008