La Fine Chocolate Organization incontra il prof. Migliaccio*, uno dei maggiori esperti internazionali di Alimentazione.
Prova Costume: Dolce Vita al Cioccolato.
Nutrizionisti e maestri cioccolatieri sono d’accordo: il cioccolato fa bene e può essere consumato anche in regime ipocolarico.
La porzione ideale sono 20/30 gr. al giorno.

Manifesti, redazionali, slogan parlano chiaro: sono Estate, prova costume, pelle a buccia d’arancia, i tormentoni degli italiani a primavera, la stagione che, in tempo utile per le tanto attese vacanze, impone il confronto con il proprio corpo. Più o meno coscientemente gli italiani, e le donne in particolare, cominciano a ridurre e persino tagliare alcuni alimenti importanti, convinti che possano aiutarli a ritrovare presto la tanto desiderata forma.

La Fine Chocolate Organization, l’associazione che rappresenta nel mondo il cioccolato artigianale di alta qualità, ha chiesto i consigli di un esperto, uno dei maggiori a livello internazionale, il prof. Pietro Migliaccio, che ha risposto per noi ad alcune importanti domande, per individuare il ruolo del cioccolato in una dieta equilibrata e bilanciata, e “sfatare” alcuni miti e luoghi comuni sul cibo degli dei.

Passiamo poi la parola ai protagonisti, i Maestri Cioccolatieri della Fine Chocolate Organization, coloro che con la loro passione,esperienza, creatività e sperimentazione fanno del cioccolato artigianale italiano un prodotto di qualità conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo e che vantano nelle loro produzioni snack e tavolette light d’eccellenza, che soddisfano i requisiti suggeriti dal prof. Migliaccio.. Incontriamo per questo Giuseppe Sartoni, Presidente Associazione Italiana Maestri Cioccolatieri CIOCCHinBO, titolare della prima azienda in Italia a produrre prodotti di cioccolato biologico, snack con cereali soffiati (I SARLOTTI), dimostrando anche una sensibilità per l’ambiente non comune. Dal 2004 Arlotti e Sartoni è anche licenziataria FAIR TRADE, questo perchè dietro al cioccolato di qualità ci anche sono dei valori superiori, e Mirco della Vecchia, giovane cioccolatiere specializzato nella produzione di cioccolato con prodotti tipici di montagna quali mirtillo , lampone , noci etc. Campione italiano di pasticceria per l’anno 2007 e 2008. Ha vinto numerosi concorsi in concorsi internazionali quali olimpiadi di Germania , mondiali di Lussemburgo etc.

Categorie: Agenda Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 17.05.2008
Ultimo aggiornamento: 17 maggio 2008