COMUNICAZIONE E IMMAGINE: I BRAND INCONTRANO URBINO

19 e 20 giugno 2008: queste le date in cui Urbino, città dalla grande tradizione artistico-culturale, diventerà luogo ideale per un evento che mira a coinvolgere i grandi brand ad organizzare dei racconti (mediante performance, installazioni, eventi di varia natura) che si snodino tra gli spazi della città, creando nuovi significati e offrendo al pubblico una serie di percorsi attraverso cui fare di ogni l(u)ogo un arcipelago di desideri e immaginari. “Urbino città l(u)ogo ideale – Cantiere nazionale di pratiche e idee sul brand”, nasce pertanto dalla volontà di costituire un network di prestigio, fondato su dinamiche co-evolutive, in cui aziende, teorici e consumatori concorrono nell’attivare scambi ricorsivi di comunicazione finalizzati alla produzione di conoscenza.
L’evento è progettato e realizzato da Image Lab (Centro di ricerca sui Linguaggi visivi e sulla moda
diretto dal professor Bernardo Valli) in collaborazione con Miulli Associati, Studio Mirò, Jam Studio e Uomo records, con il patrocinio del Comune di Urbino e di Confindustria di Pesaro e Urbino.
Una due giorni densa di appuntamenti: l’inagurazione ufficiale dei lavori avrà luogo alle 10 presso la Facoltà di Sociologia e sarà seguita dalla prsentazione al pubblico e alla stampa del volume Comunicazione e immagine: il brand Piero Guidi, interamente dedicato ad un case history di grande singolarità e rilievo sia per il territorio marchigiano che per il comparto moda italiano.

SCHEDA DEL LIBRO COMUNICAZIONE E IMMAGINE: IL BRAND PIERO GUIDI
a cura di Image Lab
Facoltà di Sociologia
Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”

Raccontare gli Angeli….Trasformazioni, evoluzioni e percorsi di cambiamento… la moda è alla continua ricerca di nuove strategie di marketing e di forme d’espressione. Dagli anni d’oro del grande boom del Fashion System italiano a oggi, lo storico di ogni singola azienda è un susseguirsi di fasi e di “stili di comunicazione” con il fine unico di emergere.

In questo libro di Image Lab (Centro di ricerca sui Linguaggi Visivi e sulla Moda diretto da Bernardo Valli), che analizza la case history Piero Guidi, si scopre una storia lontana dall’aggressività pubblicitaria degli anni ‘80 e dei successivi anni, una storia che porta con sé l’evoluzione di una crescita personale, fuori dagli schemi dell’ “ordinario” mondo della moda, più vicina all’arte che ai freddi dettami delle strategie aziendali. E’ quasi con una grazia cortese e una naturale semplicità data da un senso di non-appartenenza, che la Piero Guidi si discosta da subito dal chiasso e dalla competizione mediatica che vede Milano come centro supremo del prestigioso Made in Italy.

Ecco che un uomo diventa il suo marchio, la sua arte, quello che ha da dire e da esprimere, costruendo, stagione dopo stagione, campagna dopo campagna, un brand che comunica la bellezza delle tante sfaccettature umane e racconta come, alcune di queste, possano fare di semplici persone, angeli sulla terra.
Valori sinceri o solo emozioni espresse da un viso o da un sorriso, creature “umanamente angeliche” e contenuti visivi carichi di racconti, tanto da sembrare quasi specchi: la pubblicità è per Piero Guidi un veicolo di espressione, non esclusivamente un mezzo commerciale.
Espressione che trova intimo riscontro e veicolo artistico nella persona di Giacomo Guidi, direttore artistico e fotografo della maison, che ideando il pay off Angeli del Nostro Tempo, ha dato vita al concetto che oggi identifica il brand stesso.
In tal senso scrivere di Piero Guidi significa condensare i caratteri di un brand esemplare e rappresentativo di un determinato tipo di Made in Italy, della sua storia e della sua influenza sull’immaginario della moda.

Bernardo Valli, Preside della Facoltà di Sociologia di Urbino “Carlo Bo” e direttore di Image Lab (Centro di ricerca sui Linguaggi Visivi e sulla Moda), ha coordinato la redazione di questo libro in collaborazione con Emanuela Ciuffoli, Erika D’Amico, Raffaella Fabbri ed Elena Gilberti, Dottori di Ricerca in Sociologia della Comunicazione e Scienze dello Spettacolo presso il medesimo Ateneo urbinate.

Categorie: Agenda Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 30.05.2008
Ultimo aggiornamento: 30 maggio 2008