Immancabile appuntamento nell’agenda romana, il “Premio Margutta – La via delle Arti”, andato in scena quest’anno giovedì 3 luglio alle ore 21.00, nella Sala Fellini del Centro Congressi “Roma Eventi”, via Albert, 5 (via Margutta).

L’evento ideato dal Fashion Producer Antonio Falanga ha come obiettivo quello di riportare alla ribalta l’interesse per una delle più celebri vie di Roma, “Via Margutta”, conosciuta in tutto il mondo per essere una delle più importanti arterie della creatività della Capitale.

A manifestare concretamente il rapporto privilegiato che Via Margutta ha costruito con l’universo della creatività, la celebre “Fontana degli Artisti”, realizzata nel 1927 dall’Arch. Pietro Lombardi, raffigurante due mascheroni, uno triste l’altro sorridente, ad enfatizzare le alterne fortune della categoria. Opera da cui trae ispirazione l’ideazione del logo e l’immagine del “Premio Margutta – La via delle Arti”.

Il prestigioso riconoscimento viene conferito ai protagonisti di spicco del mondo della cultura e del costume che nel corso della loro carriera si sono distinte sia per il legame affettivo e professionale con Via Margutta, sia per il proprio contributo al mondo dell’arte e della creatività.

Quest’anno il “Premio Margutta – La via delle Arti” è stato conferito per la sezione cinema all’attrice e produttrice italiana Maria Grazia Cucinotta; per la fiction alla giovane e affascinante Francesca Chillemi. Ritira il premio per la sezione televisione il noto conduttore Fabrizio Frizzi. La sezione giornalismo vede protagonista il Direttore del settimanale “Vip” Umberto Mazzarini, mentre il notaio più conosciuto dal pubblico televisivo italiano, Luigi Pocaterra, ha ritirato la prestigiosa statuetta per il suo libro “Lo Magno Notaro”. Sono stati premiati, rispettivamente per le categorie Media, Arte e Moda, Charlie Gnocchi voce radiofonica fra le più apprezzate, Cesare Tacchi esponente di spicco della “Pop Art Italiana” degli anni ’60 e il Direttore di Fashion Tv Licia Negri. Il premio per la Sezione Teatro ad una delle figure più prestigiose del panorama nazionale Paola Pitagora, mentre quello per la Musica al compositore e batterista “Jazz” Roberto Gatto. Premio per l’Italian Style nel mondo ad Elsa Martinelli.

La Kermesse, da sempre importante vetrina volta a valorizzare e promuovere, nella capitale dell’alta moda italiana, nuove griffe e nuovi fashion designers, ha celebrato quest’anno il mondo della moda in una forma del tutto innovativa. Da una idea di Antonio Falanga, che ne è produttore, sono stati proiettati nel corso della serata quattro “Corti di Moda” che sostituiranno la classica presentazione di “outfits” in passerella.

Ciascun “corto”, dalla durata di circa due minuti, ha messo in scena l’inesorabile contaminazione tra arte e moda, raccontata attraverso le creazioni di quattro nuove maison italiane ambientate in altrettante prestigiose location di Via Margutta e Via del Babuino: gli abiti impalpabili e raffinati delle Gemelle Donato fra gli antichi reperti archeologici dell’Antiquario Turchi, lo stile moderno e ricercato delle creazioni di Nina Voluta negli spazi avveniristici dell’Art Hotel, la sartorialità della tradizione napoletana tradotta in chiave contemporanea di Rosario Farina nella galleria d’Arte Moderna “Le Nuvole” di Fabio Falsaperla e “First Gallery” ed infine le classiche creazioni sartoriali di Addamo Couture ambientati nella prestigiosa galleria d’Arte dell’Antiquario Benucci.

Per sostenere l’importante iniziativa di Antonio Falanga e promuovere la creatività italiana, è stata invitata a realizzare i “Corti di Moda” la più importante emittente televisiva satellitare del fashion system “Fashion Tv”, che riproporrà nel corso della sua prossima programmazione le suggestive immagini girate in Via Margutta.

Un ulteriore momento dedicato al “Glamour” è stato quello della Gioielleria Baglioni di Roma, che con le sue preziose creazioni, è stata una tra le principali attrazioni della serata.

Categorie: Agenda Tag: .

Ultimo aggiornamento: il 06.07.2008