Lusso e “Tessile e Salute”: questo il binomio tematico cher caratterizzerà la prossima edizione di Filo, il salone internazionale dei filati per tessitura e tessili tecnici, organizzato da AssoServizi Srl, che sarà di scena il

15 e 16 ottobre prossimo al Centro Congressi Le Stelline di Milano.

Se il lusso costituisce il tema delle proposte di sviluppo prodotto su cui saranno chiamati a misurarsi gli 83 espositori del salone, l’associazione “Tessile e Salute”, massima autorità italiana nel campo, costituirà una presenza importante che, nel giorno dell’inaugurazione della fiera, darà un imprinting particolare a questa edizione, richiamando l’importanza della salubrità del prodotto tessile e, soprattutto, attirando l’attenzione sull’orizzonte dell’innovazione. “Tessile e Salute”, inoltre, sarà presente durante tutti i due giorni di manifestazione con un proprio stand in fiera.

Un’innovazione che ha da sempre caratterizzato il salone di Filo, contribuendo a farlo diventare un punto di riferimento sicuro sul panorama internazionale, tanto che il numero dei suoi espositori è in crescita costante ormai da parecchie edizioni: oggi, in particolare, essi crescono del 12% rispetto all’edizione di ottobre 2007.

“Gli espositori italiani – spiega Paolo Monfermoso, responsabile di Filo – rappresentano il 78% del totale, mentre il restante 22% arriva dall’estero e in particolare da Turchia, Belgio, Spagna, Austria, Bulgaria, Germania, Regno Unito, Slovenia e Portogallo”.

In quest’ottica stimolante, ecco allora che Filo non rinuncia anche a stringere i nodi del rapporto virtuoso tra tessile e arte. Tra le novità dell’expo del 15 e 16 ottobre, infatti, vi sarà un’esposizione di opere d’arte legate al tessile provenienti dalla Collezione Civica di Fiber Art della Città di Chieri: installazioni e quadri creati anche con l’impiego di filati troveranno posto nell’Area Tendenze.

Se Filo guarda al futuro, esso non rinnega tuttavia il suo passato, soprattutto in occasione di un anniversario come quello della sua trentesima edizione e dei suoi quindici anni di vita.

Lo fa difendendo e riproponendo alcune delle sue formule vincenti che sono ormai evergreen. Un esempio è costituito dallo spazio  Filoteca che propone una sintesi di quanto offre la fiera. 

“Nel marzo scorso – spiega sempre Paolo Monfermoso – Filoteca era stata una scommessa. Sulla base del successo riscosso, abbiamo deciso di mantenerla anche per questa edizione, cercando di migliorarla ulteriormente e di perfezionarla, dando ancora più spazio alle aziende».

In questa parte del salone saranno quindi esposti i campioni di filato o i tessuti realizzati con essi, con l’indicazione, per ciascuno dei pezzi, di composizione, titolo, tipologia, mischia, nome dell’azienda produttrice e stand di riferimento all’interno della fiera.

All’interno di Filoteca troveranno spazio, anche in questa edizione, l’area Quick Delivery Point (Pronto in Casa), per i filati pronta consegna, l’area Fancy, dedicata a passamaneria e ricamo, e il Trends Forum, un forum di tendenze che costituisce un’importante vetrina, allestita in collaborazione con gli espositori, il cui scopo è quello di fornire ogni indicazione utile per orientare la visita tra gli stand. In questo spazio, si potranno trovare tutte le novità creative e tecnologiche e le produzioni delle aziende anche per quanto riguarda la gamma colori.

“Il nostro obiettivo – conclude Paolo Monfermoso – è quello di promuovere ricerca, qualità ed eccellenza del prodotto. In fiera, infatti, le proposte di filati spaziano dai basici ai filati tecnici più evoluti, ma sempre con una particolare attenzione alla ricerca e allo sviluppo del prodotto”.

Categorie: Agenda Tag: .

Ultimo aggiornamento: il 06.10.2008