Non giocarti la vita…giocati questi numeri: 90-60-90.

Venerdì 21 novembre dalle ore 22.30 presso la Discoteca Hollywood in Corso Como 15 a Milano l’appuntamento è con 90-60-90, l’evento promosso dall’Assessorato alla Salute del Comune di Milano in collaborazione con  Assem (Associazione Servizi Moda), Studio Masotina Immagine & Comunicazione e  Discoteca Hollywood,  che vuole essere un appello ai mass media e ai produttori di moda affinché non spingano i ragazzi e le ragazze ad omologarsi a modelli estetici creati artificialmente per poter entrare nel mondo della moda. 

Sono proprio i modelli irraggiungibili a generare frustrazioni e a spingere verso alterazioni che facilitino i Dca (Disturbi del comportamento alimentare) dalle forme più lievi a quelle più gravi, favorendo un alterato rapporto con il cibo e con il proprio corpo.

L’idea di un corpo dalle proporzioni più morbide e più sensuali è il nuovo stereotipo da proporre alle nuove generazioni.

Stilisti, Agenzie di modelle e tutti coloro che operano a contatto con i giovani si devono impegnare a proporre una modella dalle classiche misure 90-60-90, una donna dall’immagine più consona a trasmettere un messaggio di salute e di vitalità in alternativa alle esili figure denutrite che purtroppo continuano a rappresentare  l’ideale femminile di bellezza.

La serata – animata dai dj di Radio 105 Ringo e Max Brigante – prevede una sfilata con modelle conformi a questa immagine di prorompente vitalità e vedrà in passerella la divertente collezione Go Go Dolls and Guys di Camilla Cianfrone,  il prêt-à-porter di Luca Hettner e le calzature artigianali di Alessandro Oteri.

Nel corso della serata verrà lanciata una campagna di raccolta fondi per l’ABA con una prima donazione di 1.000 euro da parte degli organizzatori dell’evento.

L’Associazione ABA (NUMERO VERDE  800-165616 www.anoressiabulimia.it), senza fini di lucro, è impegnata dal 1991 nel campo della prevenzione, informazione e ricerca su anoressia, bulimia, obesità e disturbi alimentari.

L’impegno a sostenere e a supportare questo messaggio a tutti i giovani verrà sancito, nel corso della serata, dalla firma da parte dei marchi partecipanti del Codice Etico (sviluppato da un Comitato Scientifico, dalla Camera Nazionale della Moda, dall’Assem).

Con il Codice Etico si vuole prendere un impegno, senza assumere una posizione proibizionista, al fine di proteggere la vita delle modelle e per trasmettere un’immagine più sana della vita che ruota intorno al settore moda.

Categorie: Agenda Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 18.11.2008
Ultimo aggiornamento: 18 novembre 2008