Il Momu – Mode Museum – di Anversa dedica  una  splendida mostra alla Maison Martin Margiela in occasione del ventesimo anniversario della fondazione del brand.

Maison Martin Margiela (MMM) nasce vent’anni fa . Il Museo della Moda di Anversa, la città in cui Margiela ha frequentato la scuola di moda, celebra così i vent’anni di attività della casa di moda attraverso una retrospettiva a lui dedicata.
Per Martin Margiela è un evento d’eccezione dove poter presentare, in gran stile, la storia della maison e delle sue tante linee, compresi i pezzi unici, spesso incredibili, della linea avant-garde Artisanal.
Il misteriosissimo designer belga, che ha fondato la Maison a Parigi nel 1989, ama, da sempre, trarre ispirazione dall’arte.
Spirito artistico e creativo insieme, Margiela preferisce l’anonimato per  far parlare i suoi abiti; sceglie così modelle sconosciute e sui capi utilizza etichette bianche dove solo i quattro punti bianchi con cui è fissata l’etichetta, e quelli presenti all’esterno degli indumenti, indicano che il capo è di MMM.
Diventato famoso in tutto il mondo per il suo modo di progettare e concepire l’abito, Margiela ha portato nel campo della moda un senso di non definito e di transitorietà. Decostruire per poi ricostruire,  per trasferire alle sue creazioni uno stile fortemente concettuale.
La Maison Martin Margiela ha fatto poi del bianco il suo tratto distintivo, utilizzandolo in una vastissima gamma e la mostra  ha voluto rispettare questa scelta optando per il trompe l’oeil, una tecnica che la casa utilizza spesso sia nei suoi atelier di moda, che nelle collezioni.
In questo modo, gli abiti vengono valorizzati al massimo,  all’interno di un allestimento concepito suddividendo gli abiti per tema e non per ordine cronologico,  perché moda non è sinonimo di linearità ma di fluidità e continuo divenire.
In alcuni capi emerge così la tematica scientifica con l’impiego di materiali usati e  l’assemblaggio di capi sgualciti e di diversa matrice, in altri capi la continua ricerca dell’imperfezione che diventa per la maison cifra di uno stile, di un modo unico e originale di intendere la creazione artistica.
La mostra vuole così approfondire i vari temi e concetti che la Maison ha presentato nell’ultimo ventennio, nelle sue  varie collezioni, showroom, inaugurazioni ed eventi in tutto il mondo.
Al MoMu di Anversa,la mostra è visitabile fino all’8 febbraio 2009.
Info: http://www.momu.be/
Barbara Bulfoni

Categorie: Arte Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 12.12.2008
Ultimo aggiornamento: 12 dicembre 2008