A Gennaio 2009 durante la 75° edizione di Pitti Immagine Uomo, il magazzino ’07, consueta location per la presentazione delle collezioni Henry Cotton’s, si veste di una nuova ed esclusiva installazione. Ad accompagnare la visita all’interno dello stand, oltre ai manichini e alla suggestiva scenografia, quest’anno le pareti saranno arricchite dalle opere della nota artista fiorentina Luciana Majoni. Un lavoro di documentazione fotografica degli allestimenti dell’architetto Roberto Gerosa, curatore dello stand di Henry Cotton’s, prodotto dall’artista tra il 2004 e il 2008. Si tratta di 42 stampe d’autore in bianco e nero, intervallate da dieci opere a colori che brillano come punti luce all’interno delle tonalità monocrome.

 

In questi ultimi quattro anni ad ogni appuntamento di Pitti Uomo l’atmosfera di fantasia e di gioco ricreata da Gerosa per il mondo Henry Cotton’s è stata catturata dalla fotografa.  Come in un teatro in cui si alternano le varie scene, Luciana Majoni ha scelto di ritrarre prima l’insieme, poi i particolari, come fossero la firma dell’architetto. L’obiettivo è quello di cogliere l’atmosfera e catturarla nello scatto per poi riproporla sulla carta stampata. E qui subentra la scelta del supporto: la stampa d’autore su preziosa carta cotone con inchiostro al carbone per ottenere un effetto acquerello e tonalità calde ed intense. L’impressione che se ne ricava è quella di trovarsi all’interno di una stanza delle meraviglie, la “wunderkammer” dei collezionisti di oggetti straordinari.

Categorie: Arte Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 13.01.2009
Ultimo aggiornamento: 13 gennaio 2009