Vito Artioli incontra il Presidente Lula .

In occasione dell’inaugurazione di Couromoda, la manifestazione fieristica brasiliana dedicata alle calzature in corso a San Paolo, Vito Artioli, presidente di ANCI, l’Associazione Nazionale Calzaturifici Italiani, insieme a Milton Cardoso, Presidente dell’associazione brasiliana dei produttori di calzature Abicalçados, ha incontrato ieri il presidente del Brasile Lula. Al centro dei colloqui alcuni temi comuni ai due paesi legati al settore calzaturiero e in particolare le azioni che Europa e Brasile stanno svolgendo in materia di misure antidumping, la collaborazione tra imprese italiane e brasiliane del settore calzaturiero e il tema dei dazi doganali.

“Siamo molto soddisfatti dell’incontro con il presidente Lula, soprattutto perché ANCI è stata l’unica associazione di settore, oltre naturalmente ad Abicalçados, ad incontrare il presidente nell’ambito di Couromoda – dichiara Vito Artioli, presidente ANCI. Lula si è dichiarato molto interessato alle problematiche trattate, tenuto conto dell’importanza del settore calzaturiero brasiliano che, comprendendo tutta la filiera produttiva e distributiva, impiega circa un milione di addetti. L’attenzione del presidente lascia ben sperare per lo sviluppo degli accordi che noi auspichiamo tra UE e MERCOSUR in materia di dazi doganali”.
Nel corso della cerimonia di inaugurazione il presidente Vito Artioli ha consegnato al Presidente Lula un paio di scarpe, a nome dell’intero  settore calzaturiero italiano.

“Il Brasile rappresenta la nuova sfida per l’export e la futura crescita distributiva delle imprese della calzatura di alta gamma made in Italy – prosegue Vito Artioli, presidente ANCI. Occorre innanzitutto lavorare concretamente per abbattere il tetto dei dazi di import al 35%, creando un contesto che permetta l’ingresso della calzatura italiana nel mercato brasiliano senza difficoltà. In questo senso è stato molto positivo l’incontro con il presidente del Brasile”.

Le relazioni bilaterali fra Unione Europea e MERCOSUR potranno essere costruite anche a cominciare dai rapporti fra Italia e Brasile, che confermano dunque il loro forte legame già rinsaldato grazie alla lettera di intenti per il miglioramento delle relazioni commerciali, siglata nel luglio 2008 da Andrea Brotini, vice presidente ANCI con delega CEC, la Confederazione Europea dell’Industria della Calzatura, e da Milton Cardoso, presidente di Abicalçados e controfirmata dal Ministro del Commercio Estero Brasiliano, Jorge.

Sono proseguiti anche oggi i colloqui tra ANCI e Abicalçados. Si è deciso infatti di intraprendere un lavoro relativo alle verifiche giuridiche ed è stato fissato nel contesto della manifestazione un appuntamento di aggiornamento che si terrà in Italia nelle prossime settimane.

Per i prossimi mesi ANCI prevede anche di incontrare i rappresentanti della federazione argentina di settore come prossimo referente con cui interagire sugli stessi temi.

Categorie: Trade News Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 14.01.2009
Ultimo aggiornamento: 14 gennaio 2009