WHERE ARE YOU FROM? L’ etichetta della tracciabilità.

Sulle tracce della Trasparenza.
Presentato ieri a Pitti Immagine Uomo n. 75 il progetto di valorizzazione del sistema moda italiano promosso da ITF – Italian Textile Fashion (associazione delle camere di commercio d’Italia).

Si chiama TF Traceability & Fashion e si pone l’obiettivo di soddisfare il bisogno di trasparenza, sia delle aziende che dei consumatori, in tema di provenienza dei prodotti del comparto moda. Attraverso l’indicazione di origine TF consente una maggiore consapevolezza al momento dell’ acquisto e rafforza così la qualità del consumo, tema sempre più centrale in un mercato globalizzato, ma con regole ancora non chiare ed uniformi, specie per il settore del lusso e della moda.

Il sistema di Tracciabilità consiste in una certificazione volontaria, garantita dalle Camere di Commercio, che ripercorre le tappe della produzione di tessuti, capi d’abbigliamento, accessori e pelletteria: una vera e propria mappa del viaggio che i prodotti compiono prima di arrivare sul mercato.

L’ etichetta della tracciabilità diventa così il passaporto che accompagna i prodotti della moda verso un pubblico sempre più attento ed educato ad un consumo consapevole e risponde alla domanda "Where are you from?"

Alla conferenza stampa di ieri, a cui sono intervenuti Carlo Longo, Vicepresidente di ITF Italian textile Fashion e Presidente della Camera di Commercio di Prato, Alessandra Vittoria, Direttore di ITF e Gianna Meliani, imprenditore e stilista dell’omonima griffe e prima esponente del settore calzaturiero ad affrontare il tema della tracciabilità, è stata presentata la nuova campagna di comunicazione del progetto, che coniuga i temi della produzione global e local e prefigura "quando un’etichetta potrà dare risposta".

Come scrive Zigmunt Bauman, guru della sociologia contemporanea: " nella modernità liquida l’identità è fluida", sostenendo che l’identità delle persone non si forma a livello locale ma "glocale".Questo perché le identità locali sono proiettate nel mondo, mentre quelle global si rapportano inevitabilmente a situazioni local. Allo stesso modo l’identità di un capo o accessorio moda viene a definirsi fra queste due dimensioni, quella locale quando tutti i passaggi della filiera produttiva avvengono nello stesso luogo o nella stessa nazione; quella globale quando la filiera produttiva è globalizzata.

La campagna "Where are you from?" si ispira quindi a questo parallelo e confronta, nella stessa immagine, il percorso di vita di una persona e il percorso di vita di un capo, giungendo ad illustrare come per il capo la tracciabilità, e di conseguenza la sua etichetta, diventino una risorsa importante per mapparne l’ identità, locale, globale o glocal che sia.

Categorie: Trade News Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 14.01.2009
Ultimo aggiornamento: 14 gennaio 2009