VENDITE MODA: PER GLI AGENTI DEL SETTORE IL FUTURO E’ ROSEO. Tiene la fascia alta di mercato: stabile Natale 2008 e autunno-inverno 2009 in netta ripresa.

Si dichiarano abbastanza ottimisti gli agenti operanti in Italia nel settore della moda: dall’abbigliamento alle calzature, la crisi economica influenzerà sì le vendite, ma è destinata a smorzarsi nel giro di due stagioni. Soprattutto per quanto riguarda la fascia alta di mercato e le griffe.
Sono i risultati dell’indagine “Consensus agenti sulle vendite di abbigliamento e calzature-pelletterie” di Suitex International, società di ricerca e selezione del personale che da 25 anni opera esclusivamente nel fashion system.
“Abbiamo scelto di confrontare le aspettative di vendita dei periodi Natale 2008, primavera/estate 2009 e autunno/inverno 2009 – rispetto all’anno precedente ”, spiega Luigi Castellani, partner e socio fondatore di Suitex International, “e volevamo sapere l’opinione di chi è più vicino al mercato: ecco perché abbiamo coinvolto gli agenti di vendita della moda”.
L’indagine ha riguardato un campione di 400 agenti del settore abbigliamento (200 operativi su prodotti di livello medio-basso, cioè attorno ai 50/100 euro e altri 200 nella fascia alta/griffe, con prodotti dai 300 euro in su) e altri 400 agenti del settore calzaturiero – pelletteria (con la stessa distinzione per fascia di prezzo).
“Abbiamo notato un moderato ottimismo sull’andamento delle vendite”, commenta Castellani, “sicuramente più marcato per la fascia alta di mercato e sul periodo autunno-inverno 2009”.

Natale: meno bianco del previsto
Può tirare un sospiro di sollievo chi temeva che le vendite natalizie di abbigliamento e calzature potessero subire un tragico crollo. “Gli agenti hanno prospettato una tenuta delle vendite e un incremento per la fascia alta e le griffe” commenta Castellani.
La conferma arriva dai risultati dell’indagine: il 31% degli agenti di abbigliamento di alta gamma e il 34% di quelli che operano nel settore calzaturiero di pari livello ha previsto l’incremento più o meno marcato delle vendite natalizie.
E sono la maggioranza quelli che ritengono il Natale 2008 un momento di stabilità commerciale: lo sostiene più del 60% di chi lavora nell’abbigliamento e circa il 50% di chi si occupa di calzature. 

Autunno/inverno 2009: fine d’anno in ripresa
Il trend ottimista diventa ancora più marcato in riferimento al prossimo autunno/inverno. Se l’alta gamma riscuote consensi tra gli agenti del settore (46,5% di quelli che lavorano nell’abbigliamento e 47,5% del settore calzaturiero ritiene che le vendite avranno un incremento), anche la fascia medio-bassa tornerà ad avere un po’ di respiro. L’abbigliamento sarà in ripresa per il 25% degli agenti di settore, mentre le calzature subiranno lo stesso destino per il 31,5%.
“Pur mantenendo cautela ed accortezza, mi sembra che possa essere un buon punto di partenza per guardare ai prossimi appuntamenti della moda con un atteggiamento ottimista e positivo”, ha concluso Castellani.

Categorie: Trade News Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 16.01.2009
Ultimo aggiornamento: 16 gennaio 2009