ISAIA, azienda napoletana leader nel settore dell’abbigliamento maschile di lusso da oltre cinquant’anni, ha scelto una delle strade più prestigiose del centro di Milano per il suo primo negozio monomarca  in Italia: via Pietro Verri.
Lo spazio, situato nel  quadrilatero della moda milanese, si estende su una superficie di oltre 400 metri quadrati ed è disposto su due livelli: il piano terra con due vetrine solo per esposizione e il primo piano, con dieci finestre con affaccio su via Pietro Verri e via San Pietro all’Orto, cuore  delle collezioni.
Il flagship store è stato ideato su progetto architettonico e d’interno dello studio internazionale del londinese James Irvine, già designer per Artemide, Cappellini, B&B Italia, MDF e Alias.
Il concept rispecchia lo stile ISAIA: contemporary tradition. Moderno dal punto di vista architettonico ma dall’anima partenopea grazie all’intervento per decorazioni d’interni e complementi d’arredo dell’interior designer Alberta Saladino Di Palma e dello scultore  Michele Iodice, entrambi napoletani.

Lo spazio del primo livello si suddivide in aree dedicate alle linee Ready to Wear, Made to Measure,Bespoke, accessori e cerimonia. Esclusiva e riservata ai clienti vip e alle celebrities è la Vesuvio Room che prende il nome dal lampadario, disegnato da Irvine, a forma di Vesuvio capovolto.

L’apertura del primo flagshipstore ISAIA in Italia rientra nel piano di sviluppo internazionale del marchio che nel prossimo biennio prevede l’inaugurazione di tre punti vendita diretti in mercati strategici: Pechino (Cina), Tokio (Cina) e New York (Stati Uniti). 

 “La scelta di aprire negozi monomarca in Italia, Cina, Giappone e Stati Uniti è stata una scelta fondamentale e dovuta. Un investimento necessario a consolidare il posizionamento del brand e della sua immagine nel settore dei beni di lusso. Raggiungere questo obiettivo significa conoscere nell’immediato le dinamiche dei principali mercati di tutto il modo” commenta Gianluca Isaia, vicepresidente Isaia.

Il progetto di espansione comprende anche quattro nuovi negozi in franchising nel Cis (Commonwealth of Independent States, ex Unione Sovietica): uno ad Almaty in Kazakistan, uno a Baku in Azerbaijn, uno a Ekaterinburg e un secondo a Mosca in Russia.

In crescita anche il network retail con due hard shop all’interno di prestigiosi e selezionati negozi negli Stati Uniti che si aggiungono a quelli già esistenti a New York , Boston,  Denver (Colorado), Newport Beach (California): a San Francisco (California) e a Las Vegas.

Alla realizzazione del negozio ha collaborato anche lo studio di architettura Ferrari.

Categorie: Trade News.

Articolo pubblicato da in data: 18.01.2009
Ultimo aggiornamento: 18 gennaio 2009