UN NUOVO PROGETTO PER L’AVIAZIONE PRIVATA.

NetJets Europe commissiona a Lord Norman Foster il design della sua nuova flotta di Falcon 7X.

Per la prima volta nella storia dell’aviazione privata, l’operatore leader europeo nel settore, NetJets Europe, ha incaricato l’architetto vincitore del premio Pritzker, Lord Norman Foster, di disegnare gli interni e l’esterno del suo più nuovo e avanzato aereo, il Falcon 7X.

Nel 2007 NetJets Europe ha realizzato, con il produttore Dassault, il più grande ordine nella storia dell’aviazione privata, che vedrà 33 Falcon 7X aggiungersi alla sua flotta nel corso dei prossimi otto anni.
Per celebrare questo investimento record da 1.5 miliardi di dollari, NetJets ha incaricato Lord Norman Foster, architetto, pilota e cliente NetJets, di creare un jet che portasse l’esperienza dell’aviazione privata ad un nuovo e più alto livello.

Lord Foster ha svolto un impressionante numero di ricerche su questo progetto. Per avere una prospettiva a 360 gradi, ha parlato lungamente con i clienti NetJets e con gli equipaggi.
Il risultato è un aereo sereno e rilassante all’interno, patinato e affascinante all’esterno.
Come architetto, Lord Foster ha concepito la progettazione da una prospettiva olistica e ogni scelta di design è stata fatta per creare un’esperienza di volo superiore.

L’interno del NetJets 7X è suddiviso concettualmente in uno spazio “living” per i clienti e in uno spazio di lavoro per l’equipaggio.
La cabina dei passeggeri è luminosa e tranquilla, giocata sui colori crema e marrone chiaro, con finiture in sicomoro fiddleback. Lord Foster ha ridisegnato la disposizione dei posti a sedere, sulla base di come i clienti NetJets usano effettivamente l’aereo e rendendola funzionale allo svolgimento di meeting di lavoro, pasti o momenti di riposo.

L’area di lavoro intorno alla cambusa, invece, ha un’atmosfera quasi industriale, giocata sui toni del grigio e del nero, che costituisce un contrasto marcato rispetto al design generale dell’aereo. Per questa zona e per l’area riservata all’equipaggio, Foster ha utilizzato materiali particolarmente robusti, come la fibra di carbonio.

Nonostante non fosse stato incaricato di prendere in considerazione l’esterno del jet, Lord Foster ha in seguito evoluto il suo progetto, includendo la livrea dell’aereo. L’audace linea blu da lui disegnata, che unisce i finestrini dell’abitacolo e della cabina, dà all’aereo una forma più piena. NetJets Europe ha deciso di introdurre il design di Lord Foster e la nuova livrea sull’intera flotta.

Parlando del progetto, Lord Foster ha detto: “il 7X NetJets è già una pietra miliare dell’aviazione, in termini di pura entità dell’ordine fatto. E’ letteralmente una flotta nella flotta di NetJets e di conseguenza ho sentito che questo valore aggiunto avrebbe dovuto manifestarsi, a livello visivo, sia internamente che esternamente”.
“Lavorare su un jet era, per me, una nuova sfida, che ho accettato senza esitazioni quando NetJets mi ha contattato. Si presentava l’opportunità di applicare la mia expertise professionale, la mia passione per l’aviazione e la mia esperienza come cliente NetJets su uno dei più emozionanti aerei del mondo”.

Mark Booth, Presidente e Amministratore Delegato di NetJets Europe, ha dichiarato:” il design è un’area che è stata tenuta ben poco in considerazione dall’aviazione privata.
L’Owner di NetJets vuole che il proprio volo attraverso l’Europa o l’Atlantico sia tranquillo o produttivo, sono quindi sicuro che i tocchi personali e intuitivi aggiunti da Lord Foster al Falcon 7X incontreranno i suoi bisogni in un modo mai visto prima nel mondo dell’aviazione”.

Il Falcon 7X è uno degli aerei più attesi dall’industria dell’aviazione, essendo caratterizzato da una elevata ottimizzazione dei consumi del carburante, dal più avanzato sistema di controllo di volo attualmente in uso e dalla capacità di volare più a lungo, congiungendo virtualmente tutte le più ambite tratte da città a città, incluse Londra – New York e Parigi – Tokio.
 
Il 7X di NetJets sarà disponibile per il programma Owner, che si basa sul concetto di proprietà frazionata. Lo schema permette agli Owner di acquistare una frazione di aereo pari al numero di ore che prevedono di volare ogni anno, a partire da un minimo di 1/16° di aereo (50 ore).

Categorie: Motori Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 22.01.2009
Ultimo aggiornamento: 22 gennaio 2009