Si è chiusa oggi Mare d’Amare, la manifestazione del beachwear, per gli addetti ai lavori,  che dal 28 al 30 giugno ha visto al Palazzo degli Affari tutti i marchi che contano nel panorama dei costumi da bagno e accessori spiaggia.

Oltre 5.000 i visitatori, un successo che ha riportato a Firenze questo importante settore che con la lingerie rappresenta 1/3 degli acquisti femminili.
Prevalentemente compratori italiani, ma si sono visti anche buyers esteri (Grecia, paesi dell’est, Hong Kong, Arabia, Giappone)  nonostante la fiera non fosse stata promossa all’estero. 
 
Marchi e prodotti ad alto contenuto moda. Espositori soddisfatti tanto che già per la prossima edizione – in estate 2009 – si sta già allargando la rosa dei marchi interessati ad esporre in fiera che verrà comunicata anche all’estero.
 
Dal 28 al 30 giugno si sono concentrati i 100 marchi più importanti del settore beachwear: dalle aziende storiche alle griffe a testimoniare che l’Italia rappresenta l’eccellenza in questo segmento come tessuti e come confezione. L’Italia resta il 1° produttore mondiale di alto di gamma. E se la distribuzione diventa sempre più trasversale, Mare d’Amare è ancora di più interessante per una distribuzione fashion oriented.  

Un successo dovuto anche grazie al contributo e al patrocinio di molte realtà locali e nazionali. Il Comune di Firenze, l’assessorato alla moda della Provincia di Firenze, l’editore Pisani, Mare di Moda l’associazione che ha messo insieme tutti i produttori tessili industriali del comasco che a novembre saranno a Cannes per la fiera dei tessuti mare.

Categorie: Agenda Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 18.02.2009
Ultimo aggiornamento: 18 febbraio 2009