After the rain.
I sensi stanno all’erta, la macchina fotografica si muove veloce, Giovanni Ozzola è paziente, cattura i lampi di luce su un terrazzo, una poltrona, una quercia, una bouganville bagnata dalla notte. I soggetti sono stretti in un angolo o di lato, oppure al buio, in qualche caso hanno un alone attorno. E’ la luce a muovere lo sguardo dell’osservatore.  Gli oggetti sono spesso nitidi, la luce ne coglie un punto su cui l’occhio va a posarsi istintivamente. Giovanni Ozzola, giovane artista toscano, espone in questi giorni alla Loto Arte di Roma. Soggetti diversi hanno catturato l’attenzione dell’artista, che presenta undici foto su lastra di acciaio, molto diverse tra loro, in cui protagonista assoluta è la luce. Non una luce qualsiasi, ma proprio quella ricercata da Ozzola per fermare un momento, un’ora del giorno, una nuvola di fumo, un punto preciso dello spazio. Giovanni Ozzola è nato a Firenze, dove vive e lavora, secondo classificato al Premio Terna 2008, oltrechè in Italia, ha esposto a Tokio e Nuova Dheli. Nonostante la giovane età, le sue opere sono presenti in numerose collezioni pubbliche e private sia in Italia che all’ estero.
La mostra, nata da un’idea di Ines Musumeci Greco, resterà aperta fino al 10 marzo.
Annamaria Di Fabio

foto: ‘Courtesy of Loto Arte’.
info:
Loto Arte
Via Filippo Civinini 41, 00197, Roma
E mail inesmusumeci@hotmail.com
tel: +39 06 36006879  cell.+39 3356126880
orari:15-19.30 da lunedi a sabato

Categorie: Arte Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 01.03.2009
Ultimo aggiornamento: 1 marzo 2009