Eduardo Ruiz Relero presenta presso la galleria Allegra Ravizza Art Project delle sorprendenti immagini anamorfiche ed una serie di incisioni e disegni progettati appositamente per lo spazio espositivo di Via Gorani, 8 a Milano.

L’artista di origini argentine trasformerà le stanze della galleria con suoi i disegni tridimensionali, creando nuove cubature e coinvolgendo con un raro senso cinico lo spettatore.

La tecnica utilizzata da Eduardo Ruiz Relero è quella dell’anamorfosi (dal greco ana = ritorno verso e morphe = forma).

Con il  termine anamorfismo si indica un tipo di immagine all’apparenza fortemente deformata che  può essere compresa solo se osservata  da un punto esatto: la distorsione scompare per lasciare posto ad un’immagine perfettamente chiara, proporzionalmente corretta e notevolmente tridimensionale.

La tecnica ha origini antiche, infatti se ne trova una descrizione già nel 1400 nel famoso De Pictura di Leon Battista Alberti ed un primo esempio nel XVI° secolo quando Leonardo Da Vinci crea due disegni anamorfici rappresentanti la testa di un bambino e un occhio, contenuti nel Codice Atlantico. L’anamorfosi raggiunge la perfezione tecnica e formale nel XVII° secolo con Andrea Pozzo, uno dei più grandi esponenti del tardo Barocco.

L’originalità di Eduardo Ruiz Relero è quella di riproporre questa affascinante e spettacolare tecnica prospettica e renderla contemporanea, portandola in galleria e adattandola per narrare la debolezza dello spirito umano.

Allegra Ravizza Art Project -via Gorani 8, 20123 Milano –
+39 02 80504973  +39 393 3356237 
www.allegraravizza.com
26 Marzo – 26 Maggio 2009 Orari: dal martedì al sabato, ore 11.30 – 19 – Ingresso libero

Categorie: Arte Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 14.03.2009
Ultimo aggiornamento: 14 marzo 2009