Fisico ha aperto sabato a Forte dei Marmi la sua nuova boutique monomarca nell’esclusiva località balneare toscana. Il nuovo spazio, nella centralissima Via IV Novembre (al numero 10 A), è stato realizzato in franchising con Daniela Broch, da oltre 30 anni protagonista a Forte dei Marmi con l’omonimo multimarca di Via Carducci. "L’idea di aprire un nuovo spazio tutto dedicato al marchio Fisico è venuta naturalmente, per la stima e l’affetto che da vent’anni mi legano alla sua creatrice Cristina Ferrari e seguendo la crescita di una collezione oggi talmente sviluppata da non poterla più inserire nella selezione del mio multimarca senza essere costretta a fare scelte davvero drastiche – spiega Daniela Broch -. Questa nuova avventura, che in un momento economico come quello attuale rappresenta per me un segnale di grande positività e di entusiasmo imprenditoriale, costituisce anche un passaggio di testimone familiare con le mie figlie Gaia e Sara, di 30 e 25 anni, con le quali ho creato una nuova società e che spero porteranno avanti questo spazio con la stessa passione con la quale ho dato vita alla boutique Daniela Broch". Nel nuovo monomarca saranno in vendita la Beach Couture, le linee Classic e Collection nonché lo sportswear dell’etichetta Jogging Couture che strutturano il marchio Fisico, accanto alle novità della linea bimba firmata Fisichino e alle proposte maschili.

"La famiglia Fisico si adatta perfettamente ad un luogo come Forte dei Marmi, che tradizionalmente è meta di un turismo d’elite, ma per tutta la famiglia – prosegue Cristina Ferrari – allo stesso tempo il marchio Fisico porta in città quei valori di qualità e tradizione del Made in Italy ai quali bisogna ritornare soprattutto in un momento come quello attuale".

L’allestimento del nuovo spazio, nel rispetto dei valori della griffe, riadatta il carattere contemporaneo del concept Fisico allo spirito del luogo, mettendo in primo piano il carattere hand made della paglia intrecciata e il sapore marina delle doghe in legno, la solarità delle fioriere e lo spirito tradizionale della passeggiata in centro che si rispecchia nel grande ingresso-vetrina sul quale si apre una boutique dalla dimensione raccolta, quasi intima.

"Non credo alle vaste metrature che oggi caratterizzano le boutique dei grandi marchi, spesso desolatamente vuote – conclude Daniela Broch -. Credo invece che uno spazio ristretto sappia catturare e incuriosire più facilmente proprio per la sua dimensione più umana, a misura delle persone che la visitano e le si affezionano nel tempo".

Categorie: Trade News Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 06.04.2009
Ultimo aggiornamento: 6 aprile 2009