ANGELS AND DEMONS SCEGLIE BRIONI…la premiere mondiale del sequel de Il Codice da Vinci in programma a Roma il 12 maggio.

Brioni veste Tom Hanks e Stellan Skarsgard.
Per interpretare lo studioso di simbologia di Harvard Robert Langdon fu scelto Tom Hanks: il Codice da Vinci uscì nel 2006 e a distanza di due anni è quasi pronto il suo sequel, Angels and Demons. Tom Hanks – due volte premio Oscar – e Stellan Skarsgard, l’altro volto nel film diretto da Ron Howard avranno a disposizione un guardaroba particolare, il Su Misura Brioni.
Robert Langdon indossa sia abiti formali che completi spezzati nelle scene più tumultuose che vedono l’esperto di misteri esoterici intento a risolvere un caso di omicidio e a salvare il Vaticano da un attacco terroristico. Le giacche e gli abiti sono realizzati Su Misura dai maestri sarti di Brioni abituati a vestire attori e attrici sul set come nella vita privata.
Il film è stato girato tra Los Angeles e Roma e l’atmosfera tipicamente italiana sottolinea ancora una volta il ruolo di Brioni come ambasciatore dell’eleganza maschile nel mondo. A Roma è in programma anche la premiére del 12 maggio durante la quale lo stesso Ron Howard – regista del film – vestirà uno smoking Brioni.
“Quando una produzione ci sceglie il rammarico più grande è quello di non poter vivere il set; ma quando tutto si sposta a Roma sembra di tornare agli anni di via Veneto e della Dolce Vita. Siamo fieri di poter continuare a far parte di questo vissuto che ci ha garantito fama nel passato e ci onora come testimonianza di eccellenza nel presente” ha commentato Antonella De Simone – co CEO di Brioni.
Per la realizzazione del film Sony ha ricreato parte degli ambienti della Cappella Sistina negli studi di Hollywood e lo stesso set è stato usato da Brioni per uno degli shooting fotografici più esclusici e incantevoli nella storia del cinema e del costume: il capolavoro di Michelangelo, simbolo universale del genio italiano, è stato lo scenario per i capi più sofisticati della sartoria romana.

Categorie: Chi veste chi Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 21.04.2009
Ultimo aggiornamento: 21 aprile 2009