Un viaggio alla ricerca degli opposti: asperità e dolcezze, profondità misteriose e pragmatismo metropolitano.
Semplificazione sofisticata.
La collezione si divide in tre diversi temi, on the road, la foresta nera e quella scandinava, ma è piana e sintetica nel racconto, focalizzata su alcuni principi sostanziali e coerenti: la qualità dei materiali; la precisione delle forme, l’armonia cromatica. Gli stivali cavallerizzi conferiscono carattere ed energia e vestono indifferentemente il giorno e la sera.

LA SILHOUETTE: prevalentemente asciutta, a sacchetto ma smentita spesso da linee curve, arrotondate. E’ tutto un succedersi di forme a uovo e di severità scultoree, ispirate all’alta moda degli anni ’60. Il senso del comfort e generosità è dato dai volumi che, alternandosi, creano un ritmo vivace e calibrato. La parte alta della figura è sempre arricchita da ampi colli che si aprono a corallo diventando echi di gorgierem si raddoppiano, si spiegano su se stessi. Gli chemisier, le giacche, i pantaloni da uomo:

I TESSUTI: sono iperleggeri come il cashmere, la flanella, il mohair, la lana bouclè e il cammello o perentori e strutturati come il cotone ritorto o quello double.
Lavorazioni e finissaggi trasformano le consistenze, le caratteristiche originali dei materiali.  lo jacquard arriva ad assumere l’importanza del broccato.

LA MAGLIERIA: interpreta un ruolo primario: non diventa solo maglione o cardigan ma anche robe manteaux, giacca e cappotto. L’importanza è data dai rilievi, dalle maniche, da un susseguirsi di forme contraddittorie e femminili.

I COLORI: sono organici e conseguenti. Il nero è illuminato da un bianco gesso, chiaro di luna, attraverso soluzioni grafiche. Il grigio asfalto, il ferro, il blu notte, il cammello, la betulla e lo champagne fino al gesso saturo: una gamma ampia di tonalità autunnali interrotte a tratti dal rosso, dal grigio più aspro o da quello speziato.

LE STAMPE: sono sempre esclusive, scomposte e materiche, moderne nella pennellata o ispirate alle luci notturne della metropoli. E’ previsto anche uno scozzese sbiadito, terroso, solo evocato nel tratto e nei toni.

LE NOVITA’: Il sartoriale: consiste nella riedizione di alcuni elementi caratteristici del marchio. Abbiamo così la traduzione del guardaroba maschile, il tailler pantalone o il cappotto cashmere o cammello pettinato, nella versione più pura, essenziale e sofisticata.
Lived-in cocktail: un approcio individuale, un casual rivisitato da indossare in occasioni speciali.
Un’alleanza del tutto originale e moderna tra minuti abiti dalle lunghezze variabili di jacquard o in tinta unita, cappotti, giacche e gonne in pizzo e il tuxcedo maschile. La perfezione per le donne in cerca di eleganza sicura, facile e raffinata.

Categorie: Agenda Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 19.02.2007
Ultimo aggiornamento: 19 febbraio 2007