Manifattura di Valduggia Spa : "COMPANY TO WATCH 2009" una realtà storica, tutta italiana, che vola alto nonostante la crisi…come festeggiare 130 anni di successo.

In seguito all’analisi condotta dalla società di ricerca DATABANK sui principali competitors del settore intimo e nel confronto tra strategie aziendali, scelte di marketing, performances di mercato ed economico finanziarie, Manifattura di  Valduggia Spa, proprietaria dello storico marchio Ragno, ha ottenuto una “pagella” da prima della classe.

– immagine voto azienda 7 (6 voto settore): rilancio dell’immagine del marchio, più vicina alle esigenze  attuali del mercato.
-innovazione di prodotto voto azienda 8 (7 voto settore): innovazione di prodotto finalizzata a una segmentazione  dell’offerta più mirata e alla crescita dell’offerta moda,
– distribuzione voto azienda 8 (7 voto settore): sviluppo di una politica di retail diretto, premiante per conoscere  le attitudini del consumatore,
– Produzione e logistica voto azienda 8 (7 voto settore): efficace programmazione della produzione, che consente il  miglioramento del servizio, sia in termini di qualità che di  puntualità delle consegne

Punti di forza tradotti in successo che hanno consentito alla nota azienda piemontese di chiudere il 2008  con un fatturato totale di 37,4 milioni di euro (+8%),  collocandosi col marchio Ragno al PRIMO POSTO in Italia fra i produttori di maglieria intima per uomo e donna.

Scendendo invece nello specifico: nell’intimo donna Ragno si colloca in quindicesima posizione, con un fatturato specifico di 17, 5 milioni di euro.

La crisi non ha rallentato il buon andamento dell’azienda guidata dall’A.D. Lincoln Germanetti (foto allegata) che con soddisfazione ha potuto affermare: “Nonostante le difficoltà del mercato, siamo riusciti a consolidare l’aumento di fatturato dell’anno precedente, grazie a una migliore gestione e penetrazione della clientela, strettamente connessa con la ristrutturazione della rete di vendita”.

La buona performance conferma il successo delle scelte aziendali intraprese sia a livello di prodotto che di canale distributivo:  una segmentazione più mirata (nella corsetteria e attraverso lo sviluppo nella maglieria esternabile, punto di forza dell’azienda);  crescita dell’offerta moda espansione di un politica di retail diretto.

Strategie accuratamente studiate e portate avanti con serietà e determinazione per ottenere i risultati ottenuti.
Oltre alla massiccia e capillare presenza presso il dettaglio multi-marca con una elevata copertura territoriale (ben 3.800 i punti vendita serviti), l’azienda ha anche avviato un progetto di negozi monomarca che ad oggi, in poco più di un anno, sono già arrivati a quota 10.

Insieme alle collezioni firmate Ragno, i retail commercializzano tutte le linee del gruppo ossia Lana Gatto e Lanificio di Tollegno.

Il progetto retail nel 2008 ha assorbito circa il 15% circa del fatturato totale.

Con l’autunno-inverno 2009-2010 inoltre, Ragno lancia l’ECO-progetto attraverso cui suggerisce l’utilizzo intelligente della maglieria intima e da notte, e lo fa riutilizzando anche il famoso jingle del passato (“RAGNO CON LA PURA LANA…..”) – che ha fatto la storia del marchio – dal contenuto ancora oggi di grande attualità e proponendo prodotti assolutamente innovativi nell’underwear femminile e maschile.

Il progetto si sviluppa attraverso il riposizionamento della maglieria lanosa: sia quella dedicata ad un target più classico per lui e lei, che quella più moderna destinata ai giovani/giovanili consumatori.

Obiettivo dell’ECO-progetto: il risparmio energetico per una migliore qualità della vita.

Categorie: Trade News.

Articolo pubblicato da in data: 04.05.2009
Ultimo aggiornamento: 4 maggio 2009