Per la collezione primavera estate 2012 di Emporio Armani la chiave di volta è la leggerezza.
Continua ricerca e sperimentazione per togliere peso nei tessuti e nella costruzione dei capi.

La collezione presentata propone una linea è fluida, decostruita, sottile.

Le giacche, protagoniste assolute della collezione, a un bottone o a un petto e mezzo, hanno le spalle più piccole e un fit particolare.

I pantaloni, modellati da due pinces, arrivano alla caviglia.

La consistenza extralight dei tessuti viene sottolineata dal gioco delle sovrapposizioni che permettono di sommare capi diversi – per esempio trench e giacca – ma sempre nello stesso tessuto, che può essere il crêpe tipicamente armani o la seta a tinta unita con effetto dégradé.

Finissaggi e trattamenti particolari si ritrovano su ogni capo e materiale, anche sulla maglieria, sulla pelle e sugli accessori.

E’ la sensazione di estrema leggerezza viene trasmessa anche dalle camicie sovrapposte, a volte tagliate come niki e abbinate ai piccoli giubbotti dello stesso tessuto.

Nei toni dei neutri ghiacciati e dell’impeccabile blu: una palette unita, interrotta soltanto da piccole stampe digitali, frantumate e posizionate in diagonale.

Un accenno di nero solo di sera, nei pantaloni e nelle giacche, che sottolineano le sfumature chiare della camiceria.

Categorie: Sfilate Moda Uomo Primavera/Estate 2012 Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: