Estetica, tecnica, personalità, impronta sportiva sono queste le caratteristiche del nuovo Eberhard & Co. e non poteva essere diversamente visto che il modello è dedicato a un pilota leggendario: Tazio Nuvolari.

La collezione che l’antica Maison orologiera svizzera ha voluto intitolare già dal 1992 al Mantovano volante si arricchisce oggi del Tazio Nuvolari Vanderbilt Cup, un cronografo che celebra la strepitosa vittoria ottenuta dal pilota italiano nel 1936 a Long Island, in terra d’America. Questo prestigioso trofeo conquistato da Nuvolari, merita un posto di rilievo e non solo perchè di tratta di una coppa di dimensioni gigantesche, capace di contenere quasi come una culla il piccolo ed esile mantovano, ma anche perchè rappresenta una delle vittorie più clamorose della sua mitica carriera.
Era il 12 ottobre e l’entusiasmo sollevato dalle gesta di Nuvolari trasformò quasi il Columbus day nel “Tatius day”.

Di grandi dimensioni (42 mm il diametro) il “Tazio Nuvolari – Vanderbilt Cup” ha una cassa rotonda, a tenuta stagna sino a 30 metri (ma ogni esemplare viene testato a una pressione corrispondente a 50 metri di profondità) e  presenta tutte quelle caratteristiche di qualità ed esclusività che contraddistinguono le creazioni Eberhard & Co., ma in questo caso si è voluto fare ancora di più. Ecco perché il “Tazio Nuvolari – Vanderbilt Cup”, oltre a un quadrante di grande visibilità e con un design che ricorda quello degli strumenti alloggiati nei cruscotti delle vetture d’epoca, offre particolarità tecniche di rilievo interpretate modernamente ma ispirate al passato; a cominciare dalla cassa con il fondello a cerniera e apribile a scatto mediante una piccola leva, oppure il secondo pulsante del cronografo, che è inserito coassialmente nella corona di regolazione e che ricorda molto da vicino i cronografi Eberhard & Co. a comando coassiale degli anni 30. All’interno del fondello sono poi incisi la tartaruga stilizzata che Nuvolari considerava il suo portafortuna, le iniziali del pilota e un cartiglio in cui poter far incidere una dedica o le iniziali del proprietario dell’orologio. Con un movimento a carica automatica superbamente rifinito (30 rubini, viti blu, rifinitura perlage e a Côte de Genève) e con un minimo di 42 ore di riserva di marcia, il nuovo cronografo Eberhard & Co. ha i classici tre contatori utili per il computo di ore e minuti trascorsi dall’inizio della misurazione e per la visualizzazione dei secondi continui e lancette e numeri arabi di un colore blu profondo oppure verde
Una particolare innovazione riguarda anche il cinturino: realizzato in cuoio con impunture tipo sellaio di colore giallo (in gara Nuvolari indossava sempre un maglione di quel colore perché “il giallo porta buono”), termina con una fibbia regolabile di tipo déployante dotata della nuova ed esclusiva chiusura Déclic® per la quale il brevetto è in corso di registrazione. Si tratta di una piccola leva, quasi una cloche come quella dei freni di stazionamento delle auto, un altro simbolico omaggio quindi al mondo del mantovano volante. Una volta allacciato al polso e tirato “il freno a mano”, il cinturino o il bracciale in acciaio Charmant non possono più aprirsi accidentalmente e la sicurezza del “Tazio Nuvolari – Vanderbilt Cup” è garantita.

Categorie: Orologi Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: