La collezione si ispira alle donne del deserto della Mauritania.

Donna Karan propone forme perlopiù aperte, arrotondate; ballerine, sandali e infradito rasoterra, altezza media per le mules, tacco a stiletto 90 mm per la sera.
Le costruzioni "scultura" sono il pezzo forte della collezione: suola piatta imbottita e sagomata, tacco in plexi o pelle bombato con foro, zeppa in plexi o legno "a boomerang"
I materiali sono nappa, camoscio e vitello, anche laminati, vernice, nabuk, pitone, pelle di pesce, elastico.

Gli abbinamenti sono particolari…nabuk ed elastico, vernice e camoscio, tessuto o pelle su plexi o legno.
Gli accessori sono preziosi ricami indiani, applicazioni di strass, pietre e perline, placche in metallo dorato.
I colori assolutamente naturali, dai più tenui, come beige, sabbia, grigio – ai più decisi, come muschio e zafferano; ma anche nero, viola e azzurro.

Categorie: Scarpe Donna Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: