Giovanna Sbiroli nome prestigioso e storico nella tradizione degli abiti da sposa in Puglia e conosciuto a livello nazionale ed  internazionale. Un viaggio cominciato più di 40 anni fa a Putignano e che continua tutt’oggi attualizzando di stagione in stagione l’immagine sognante e romantica dell’abito da sposa, attraverso la storia e la cultura, gli usi e i costumi, i luoghi e i personaggi della nostra bella Italia.
Sperimentazione e studi sartoriali di notevole spessore culturale ed artistico sono le peculiarità della  "Giovanna Sbiroli" unite ad un giovane e lungimirante spirito imprenditoriale. L’aziende che produce 4 linee sposa Giovanna Sbiroli, Aitia, Nouvelle e Sijò, e 2 linee donna evidenzia, attraverso l’accurata scelta dei tessuti impiegati, i ricami e sapienti mix tra tradizione e tecnologie, l’espressione migliore del Made in Italy realizzato in Puglia.
Con le sue quattro linee, la Giovanna Sbiroli viene incontro alle esigenze del mercato e della sua attuale clientela:
*Aitia per la sposa giovane e di tendenza
*Giovanna Sbiroli per la sposa sempre di classe
*Sijò per la sposa dal gusto lineare e glamour
*Nouvelle per una sposa neoromantica

Collezione Giovanna Sbiroli P/e 2007
Glamour di ispirazione Houte Couture anni ’50/’60 traspare dalla collezione ricca di citazioni classiche Old Fashion rivisitate e attualizzate.
Abiti scivolati dai tessuti liquidi e fluttuanti,esaltati da piccoli corpetti impero si alternano a volumi ampi, soffici affiancati da plasticità morbide e femminili. Texture innovative e classiche, ruvide e lisce, docili e scattanti declinate in una palette cromatica dai bianchi naturali della seta attraverso l’avorio, il cream fino ai toni più o meno intensi del cipria/glicine. Superbi ricami di cristalli sfaccettati come diamanti in colore topazio, acquamarina, ametista, rubino sembrano gioielli incastonati nel tessuto. Collezione fresca, innovativa, ma che riesce a coniugare tradizione e sperimentazione in un mix di raffinatezza, portabilità e ricerca come per lo studio dell’abito borsa. L’abito visto non più come "soggetto" di un evento, ma come "oggetto" protagonista di una performance con caratteristiche sia di funzionalità che estetiche: è un prodotto di design. Da qui l’idea di rendere funzionale ciò che per tradizione in genere non lo è per ingombro, scomodità e limitazione dei movimenti, in qualcosa di comodo, trasportabile e allo stesso tempo bello.
L’abito è racchiuso in sè stesso simulando, attraverso un bustino di rafia ed organza ricamato con vetri di murano e papaveri di seta, una borsa a tracolla. Attraverso un semplice movimento di abbassamento di una zip posta sulla parte anteriore del bustino/borsa sboccia una grande gonna di organza stropicciata e tulle. La tracolla si trasforma in un velo nuziale e la sposa, viaggiatrice nel mondo e nel tempo, è pronta per il viaggio più importante della sua vita.

Collezione Aitia P/E 2007
Intrigante, magica, sensuale Aitia percorre un itinerario eclettico, ma coerente nel mondo fantastico delle leggende popolari, delle fiabe della nostra infanzia, nei riti e nelle superstizioni delle zingare, nel cuore del folklore. La collezione è la materializzazione di una dimensione incantata popolata da fate, ninfe, streghe, veggenti, la cui immagine ora diafana e leggiadra, ora decisa ed aammaliante si concretizza come sempre con l’uso di materiali assolutamente naturali. Corpini di agave, bretelle in fibra di banano, ricami di cocco e madreperla si alternano a garze di seta devorè, mussole di lino e seta, taffetà maltinto e martellato, vetri di murano e lucenti cristalli. Lussureggianti gonne a multiple rouches, crochet di cotone e lamè a recuperare antichi lavori femminili, sfumature ton sur ton e splendidi scialli sono il leit motiv di questa originale e "fiabesca" collezione. Gli accessori, come sempre divertenti ed originali, si sono ulteriormente arricchiti di nuovi elementi come i grandi e morbidi maglioni sia di lana che di cotone e scultoree giacche in lana cotta.

Collezione SiJò P/E 2007
Essenziale, pulita, leggera, ma grintosa, è quest’anno ricca di particolari e moderne soluzioni.
Attenta all’abbinamento dei tessuti, punta soprattutto sulle cadenze di impalpabili chiffon affiancati da cady corposi e nuovi, dal colore candido in linea con le ultime tendenze. La collezione è arricchita da splendidi ricami effetto pioggia, tono tu tono, da motivi floreali e accessori in materiali naturali come la madreperla e da tecniche di scooby-doo.

Collezione Nouvelle P/E 2007
Continuando il viaggio di ispirazione artistico si è passati da Boldini agli altri impressionisti di fine ‘800 come Renoir o Degas, reinterpretando il mondo della danza, non solo quella classica dei tutu, ma anche quella di ispirazione al cabaret del Moulin Rouge.
Molta attenzione è stata posta nella ricerca dei tessuti, nell’alaborazione e scelta delle tecniche di ricamo e dei materiali: organze martellate, pietre incastonate quasi a sembrare veri gioielli, o ricami così preziosi da sembrare pizzi danno esclusività a questa collezione.
Il colore dominante è il rosa in tutte le sue tonalità, seguito dal verde, dal giallo e dal bianco seta.

Categorie: Abbigliamento Donna.

Articolo pubblicato da in data: 27.03.2007
Ultimo aggiornamento: 27 marzo 2007