Y’s Mandarina, lanciato la scorsa stagione, è il marchio di borse e accessori nato dalla fusione di due esperienze complementari: lo stilista visionario, Yohji Yamamoto, e il leader di industrial design della materia, Mandarina Duck.

Y’s Mandarina affronta la sfida di combinare al meglio l’estetica con la funzionalità. In accordo con l’immagine creativa dell’universo Y’s, Y’s Mandarina colloca la dimensione moda al centro della tecnica e della performance.
Essenziale, efficace e sofisticata, la collezione esprime uno spirito leggero, da viaggiatore urbano-contemporaneo. In perfetto stile unisex.
Questa visione naturalmente si ispira ai nuovi comportamenti sociali di oggi che vedono l’uomo e la donna condividere la stessa arte del « vivere-lavorare-viaggiare ». 

Y’S MANDARINA – AUTUNNO/INVERNO 2007/08

Le borse-á -porter
. La sacca-poncho e sacca-gonna.
Un poncho in jersey di lana lavorato a coste nei profili e con tagli a passante chiusi da zip per infilare le braccia.
Grazie a una coulisse sul fondo il poncho si può chiudere e trasformarsi in sacca.
Stesso gioco di costruzioni e stessi materiali per la versione sacca-gonna.
. La borsa-minigonna.
Si regola alla vita o all’altezza delle anche attraverso giochi di zip. Semplice e allo stesso tempo sofisticata, grazie ad ampi tasconi a marsupio e raffinata chiusura a cinturino in pelle.
. La cintura over-size in pelle e cotone.
Si regola attraverso dei piccoli perni metallici. Seduce per le due tasche in tela e pelle straordinarie. Sorprende per le bretelle ultra-slim di forte impatto grafico.
. Il grembiule da cameriere dei café.
In tela di cotone grezzo, si chiude con una linguetta in pelle. Con le due tasche applicate, si abbina a qualsiasi pantalone.

ACCENTI DI STILE
. La leggerezza.
. I pezzi a doppio uso e volume modulabile.
. L’ergonomia prima di tutto. Una borsa firmata Y’s Mandarina è concepita per fondersi con il corpo.
. I materiali – pelle, cotone, nylon, vinile, neoprene – sono tratti direttamente dall’universo dell’accessorio. In questa stagiona si aggiunge la lana lavorata a maglia oppure in jersey a spina di pesce.
. Le aperture si fanno più grandi e facilitano al massimo la visibilità interna.
. Le borse-á-porter si orientano verso un design semplice e ludico.
. I colori si arricchiscono di un sofisticato nero cenere e un denso e luminoso marrone cioccolato.
. Le personalizzazioni sono discrete: rivetti, moschettoni, zip (un dettaglio ricorrente nell’universo di Yohji Yamamoto), accenni leggeri in giallo per anelli, borchie e cordoni (riferimenti a Mandarina Duck). Il taglio a freddo è una firma leggendaria.

Categorie: Borse Donna.

Articolo pubblicato da in data: 16.04.2007
Ultimo aggiornamento: 16 aprile 2007