La collezione Uomo Primavera-Estate 2007 di Piero Guidi trae la propria ispirazione dai paesaggi caldi e isolati del Mediterraneo, in particola modo dalla Grecia, culla della grande civiltà antica.
Le figure della mitologia classica come Pegaso, Icaro, Mercurio e Cupido, gli scudetti d’ispirazione Olimpionica, agli angeli, arricchiscono i tessuti sovrattinti e rigati o sovrastampati.
Sorprendono i capi Must: il microgiubbino a doppiopetto, i pantaloni a righe sovrattinte, la polo con il logo sovrastampato in versione military-soft, le t-shirt in crepe di cotone con le impunture ricamate il pantalone wings ricco di dettagli.
La palette colore comprende le tonalità naturali dell’ecrù, del bianco gesso, del grigio chiaro fino ad includere le nuances del cielo, del blu e dell’oro.
Protagonisti assoluti sono i cotoni compatti resinati e stropicciati, i lini placcati e i nylon lavorati a nido d’ape in crepe di cotone.

Per la linea Tazio Nuvolari dominano il bianco, il nero e le nuances del grigio.
Dettagli bruniti, effetto polvere e gesso realizzati con lavaggi, cuciture importantie dal sapore retrò, rigore sportivo e storia che si sposano in uno stile determinato e preciso.
Capo Must: il gilè, rivisitazione del micropezzo elegante in versione tecnico lavato.
Tessuti: cotoni doppi e triploritorti, battuti e compatti grazie al nylon ultraleggero.

Categorie: Abbigliamento Uomo Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 10.05.2007
Ultimo aggiornamento: 10 maggio 2007