Il fascino delle mitiche auto da corsa e le immagini di vittorie indimenticabili. Il look junior è smaliziato e sempre perfetto.

Arriva la primavera in casa Ferrari Junior, firmata Jam Session. La nuova collezione presenta grintosi e raffinati boys and girls. La Primavera-Estate 2008 è ispirata a due grandi temi: “logo” e “vintage”, che celebrano il cavallino icona e la gloriosa storia della casa automobilistica, con un guardaroba ricercato nei materiali e nei dettagli. Sinonimo indiscusso di sportività d’alta classe, il cavallino Ferrari, nella parte “logo”, contraddistingue un look che interpreta in chiave junior i capi must del casual classico adulto. Per i maschietti, elementi tricot, felpe, t-shirt, polo in piquet e jersey, a righe nei colori basic e classici bianco, blu e rosso; camicie in popeline tinto filo, azzurro e bianco, unito e Oxford, pantaloni modello cinque tasche e work in gabardina, canvas, denim 11 once e seer suker a righe panna e sabbia. L’abbinamento è con giubbotti e giacche a mezza fodera stampata all over, cavallini rossi o in gabardina azzurra a due bottoni. Per le piccole donne invece, felpe e polo, minigonne a pieghe dolci e sbarazzine, camicie che riprendono il modello maschile e giacchini in cotone. I colori sono l’intramontabile bianco e tutte le tonalità pastello, come violetta, verde, bianco, rosa, turchese, impreziositi da ricami e dettagli in lurex.

“Vintage” è l’altro mood scelto da Ferrari Junior per ripercorrere, attraverso capi fashion, 60 anni di successi della mitica azienda madre. Tradizione e tendenza s’incontrano in capi di assoluto fascino: sono infatti connotati dalle immagini delle corse a partire dal ’47, anno di fondazione del marchio Ferrari. Sulle maglie dei ragazzi compaiono gli stemmi e i simboli di vittoria, come l’alloro con cui venivano premiati i piloti, oppure modelli come la rossa 250 GTO berlinetta Scaglietti (presentata il 24 Febbraio 1962) o la Ferrari 166MM (presentata al Salone di Torino nel 1948). I colori sono sobri come blu, rosso Ferrari, bianco, azzurro, corda. Il look delle ragazze è vagamente retrò e romantico. Gioca con scritte in corsivo e piccole auto d’epoca disegnate sulla t-shirteria, spiritose righe bianche e rosse o bianche e blu, con modellature tipo “vestivamo alla marinara”, abbinate a gonne a pieghe e pantaloni stretch lunghi o corti.Un vero guardaroba non è tale senza un tocco di lusso. Ferrari Junior lancia una selezionatissima gamma di capi “Luxury”. In linea con i due temi “logo” e “vintage”, questa estensione della collezione vanta la sperimentazione di ulteriori sofisticazioni, dettagli chic e rifiniture particolari. I capi “luxury” dei boys, ispirati a “logo”, sono contraddistinti da una scrupolosa cura dei dettagli: un giubbotto in pelle con parti traforate, due pezzi in sottilissima maglieria tricot con losanghe ad intarsio, polo in piquet con dettagli in Oxford melange e gemelli personalizzati Ferrari ai polsi. Si aggiungono anche, per la parte “vintage”, completi giacche e pantaloni, abbinati in lino tinto filo, nei colori panna, sabbia e azzurro.

Le girls sfoggiano dettagli sofisticati. Tra i capi “luxury logo” spiccano il giubbotto in pelle bianco con bottoni laccati personalizzati, una romantica camicia con motivo a piccole pieghe sul davanti, cardigan tricot fin 12 in cotone macò e pinocchietto. Il guardaroba “luxury” del tema “vintage” prevede, invece, giacchina e gonna a pieghe in Oxford blu profilato panna, una t-shirt rosa tenue con motivo in strass effetto pioggia.A dicembre 2006 Jam Session Group, già proprietaria dei marchi Guru e Guru Gang, è stata scelta da Ferrari per la prima licenza d’abbigliamento Ferrari Junior, approdata sul mercato a partire dalla collezione FW 07-08. Il brand, che per antonomasia è sintesi raffinatezza ed eccellenza, è rivolto ai ragazzi dai 2 ai 16 anni, integrando l’offerta bambino JS con una proposta di alta gamma.

La distribuzione, basata su una politica selettiva dei punti vendita, è concentrata nelle migliori boutique in Italia e in Europa, con un’incidenza del mercato italiano pari al 65%. I mercati esteri d’elezione sono Spagna, Francia, Benelux, Medio Oriente e Russia, oltre ad una significativa presenza a Londra presso Harrods. Tra gli obiettivi strategici, un importante progetto d’espansione in Giappone e il consolidamento dei fatturati acquisiti.

Categorie: Moda Bimbi Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 02.07.2007
Ultimo aggiornamento: 2 luglio 2007