Il Gruppo Tod’s (a cui fanno capo i marchi Tod’s, Hogan, Fay e Roger Vivier) chiude i primi nove mesi dell’anno con un incremento a due cifre.

Doppia cifra sia per il fatturato, in cui registra un aumento del 14,8% (pari a 699 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo del 2010, che nei ricavi (+12,1%), nonostante la base di confronto impegnativa. Tassi di crescita importanti per tutti i marchi, in tutti i canali di vendita, per tutte le categorie di prodotto e le aree geografiche.

Guardando ai singoli marchi, il marchio Tod’s ha confermato la solida crescita a doppia cifra dei ricavi in tutte le aree geografiche e le categorie di prodotto. Nel terzo trimestre del 2011, le vendite del marchio ammontano a 372,1 milioni di euro, con un incremento del 19,9% rispetto allo stesso periodo del 2010. Le vendite del marchio Hogan ammontano a 228,4 milioni (+8,2%), attribuibile principalmente alla crescita organica in Italia. Coerentemente con i piani di espansione internazionale, ora focalizzata sui mercati asiatici, il marchio ha recentemente inaugurato i primi tre negozi diretti in Cina (Beijing, Wuhan, Harbin). Nei primi nove mesi del 2011, i ricavi del marchio Fay sono pari a 74,3 milioni, con una crescita del 2,1% rispetto allo stesso periodo del 2010, risultato particolarmente importante, alla luce della forte esposizione del marchio al mercato italiano. Infine, il marchio Roger Vivier ha confermato la solidità della sua crescita, seppur su volumi ancora contenuti, segno dell’ottimo gradimento per i prodotti da parte della clientela. I ricavi dei primi nove mesi del 2011 sono pari a 23,5 milioni di euro, +65,6% rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno.

Ottimi risultati anche sul mercato domestico per tutti i suoi marchi. Nei primi nove mesi del 2011, le vendite in Italia ammontano complessivamente a 371,6 milioni di euro (+10 % rispetto ai primi nove mesi del 2010). Nel resto dell’Europa, i ricavi del Gruppo sono pari a 144,3 milioni, con una crescita dell’8,9 % sul 2010. Nel mercato Usa, il canale diretto ha confermato gli eccellenti risultati del primo semestre, mentre la performance del canale indipendente ha risentito della selettiva politica distributiva adottata, volta alla riduzione del numero dei clienti indipendenti. Nel complesso, i ricavi in Usa ammontano a 43,8 milioni, con un incremento del 15,9 % rispetto allo stesso periodo del 2010. A cambi costanti, la crescita salirebbe al 20,7 %. I ricavi dell’area “Asia e Resto del Mondo”, infine, sono pari a 139,3 milioni, con un incremento del 37,9% sull’omologo 2010. Confermati gli eccellenti risultati di Cina e Hong Kong, dove la crescita organica sta mantenendo tassi di crescita allineati agli eccellenti dati del primo semestre 2011.

Categorie: Trade News Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: