Una collezione ispirata dall’amore del Signor Luciano per il colore e la magia dei pigmenti più preziosi, veri doni della terra e dell’ingengno umano. Quest’anno il mondo creativo di Luciano Barbera rende omaggio al genio di Marc Chagall, il pittore russo, popolare eppure coltissimo e universale nel senso di libertà che le sue fantastiche tele trasmettono.

Luciano Barbera, che ha sviluppato una vera passione per la pittura e il gusto del colore durante il suo soggiorno da giovane studente a Londra, ha riscoperto i quadri di Chagall in una recente esposizione in Italia, apprezzandone i densi richiami alla cultura e alla tradizione: quella figurativa delle icone religiose e delle vignette popolari russe fatte di animali parlanti, personaggi che volano, galli cavalcati da fieri cavalieri.

Luciano Barbera, che ha l’animo del Renaissance Man, ha voluto ispirarsi a queste suggestioni nel realizzare una collezione che come sempre è un atto d’ammore per il Made in Italy, qualità assoluta che guarda al futuro, coniugando tradizione e innovazione, know-how e creatività.

"Vestire l’uomo per renderlo più attraente, più forte, per farlo sentire meglio": è questa la filosofia che ispira il taglio dei modelli, fluidi ma definiti nella silhouette, con influenze british-military temperate da dettagli di lusso. I materiali sono sofisticati, le cuciture Savile partono dalla spalla a vista fino alla manica.

I tessuti del lanificio Carlo Barbera sono così belli, sani e intriganti nella texture da superare le categorie: lo stesso tessuto può fare tutto, giacca, cappotto, pantalone, sportswear e camicia da usare come un over.

"Quando dipingo le ali di un angelo, queste sono anche fiamme, pensieri e desideri" ha scritto il grande pittore russo. Non a caso i colori della collezione sono caldi e ben temprati…purple moon, camel, forest, constellation, grey flannel.

Abiti che riescono sempre a sorprendere con la loro raffinata bellezza.

Categorie: Abbigliamento Uomo.

Articolo pubblicato da in data: 21.01.2008
Ultimo aggiornamento: 21 gennaio 2008