Ormai è ufficiale: sarà papa Benedetto XVI – il 7 dicembre prossimo – ad accendere l’Albero di Natale più grande del mondo, la “creazione” luminosa che dal 1981 rende eccezionali e suggestive le feste natalizie di Gubbio, in Umbria.

Papa Benedetto XVI sarà visibile a Gubbio grazie a un collegamento video dall’appartamento pontificio allestito dal Centro Televisivo Vaticano (Ctv) e accenderà l’Albero con un tablet pc sul quale sarà istallata una applicazione che, grazie alle tecniche sviluppate dalla moderna domotica e dai circuiti di telecontrollo, potrà azionare via rete web un pulsante virtuale per stabilire il contatto tra i relè dell’impianto.

Dal 1991 l’Albero di Gubbio è entrato persino nel Guinness dei Primati e i numeri rendono davvero l’idea della grande impresa: la sagoma luminosa dell’abete natalizio è disegnata da 260 punti luce e colorata all’interno da altre 270 lampade di grandi dimensioni, in totale i cavi utilizzati hanno una lunghezza di 8500 metri, le prese e le spine per le connessioni sono circa 1350 che veicolano 35 chilowatt di corrente elettrica, la stella cometa è disegnata da 200 luci e si sviluppa su una superficie di mille metri quadrati, il tutto per un’altezza complessiva della creazione luminosa di 650 metri e una larghezza di 350.

Categorie: Costume e società.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: