Intervista a Gabriele Colangelo, Borbonese, lo stile della tradizione.
di Iva Oberto

Gabriele Colangelo, classe 1975 milanese, da tre stagioni è il nuovo direttore creativo della linea 1910 di Borbonese. La collezione che è nata per festeggiare i 100 anni di storia della maison torinese. Al giovane fashion designer, al quale è stato affidato tutto il restyling del concept della maison, Sfilate.it gli ha chiesto di spiegare qual è il nuovo tratto distintivo della linea Borbonese, da sempre espressione di un fine tuning di sofisticata eleganza.

Che cos’è  cambiato in Borbonese con il suo arrivo?
Nelle due prime stagioni ho ricostruito e individuato gli stilemi della maison portandoli in un ottica di designer. Quindi poi ho puntato sulla valorizzazione e pulizia degli stilemi Borbonese, mentre con la terza collezione, primavera – estate 2012, l’intenzione è di spingere sul nuovo. Sulla materia e sulle forme rimanendo comunque in un abito lineare. Una collezione preziosa, essenziale, sofisticata, intimista e femminile pensata per la donna Borbonese rigorosa ed elegante.

La tradizione del marchio Borbonese passa attraverso l’Op (occhio di pernice) e la vite, come sono stati reinterpretati?
Nel caso dell’Op, che è la tipica pelle del marchio Borbonese, due sono le novità: la rivisitazione dal punto di vista cromatico e la lavorazione speciale del materiale. Sono state inserite tre nuove nuance di beige ed è stato reinterpretato il grande trend della stagione come il color block, utilizzando tre diversi colori di Op messi insieme. Sul versante della lavorazione, nella nuova linea l’Op viene fatto riaffiorare dalla nappa attraverso una listatura piazzata ottenendo così un effetto degradè.

L’altro elemento caratterizzante è la vite…
Si. È un elemento che prima si trovava solo incastonata nelle chiusure delle borse e in alcuni dettagli,  ora invece è diventato il secondo elemento di identità del marchio. Grazie alla sua forma stilizzata, geometrica e pulita, la vite è il simbolo centrale di tutta la linea di abbigliamento che va dai bottoni ai gemelli, dai gioielli al decoro dei foulard, alle chiusure gioiello interne alle borse.

Anche le borse hanno subito un restyling?
Accanto alle tradizionali borse morbide dalla forma avvolgente troveremo quelle dalla struttura semirigida e rigida specialmente per quanto riguarda la sera, con l’inserimento di tutta una serie di elementi di metallo. Materia che insieme alla pelle costituiscono gli ingrediente base delle ultime collezioni.

L’artigianalità è un elemento fondamentale per Borbonese…
Si è vero. Lo dimostra la concezione stessa della borsa che viene realizzata internamente alla maison, la quale mette a disposizione la tradizione della pelletteria con i suoi 100 anni di storia alle spalle.  È questione di cultura, del modo di concepire, di realizzare e proporre una borsa.

Lei non solo disegna la linea borse Borbonese, ma realizza un total living del marchio, a partire dai gioielli, i foulard  e  l’abbigliamento. Qual è la sua cifra?
Il mio tratto distintivo, ciò che del resto caratterizza tutta la mia collezione si sviluppa su due direttive ben precise: il minimalismo di lusso e la ricerca materica sofisticata. La donna Borbonese esibisce un lusso discreto dal dettaglio inusitato. Ecco questo accostamento sofisticato è la filosofia che caratterizza non solo il marchio, ma tutto il concept Borbonese. Un informazione declinata a tutto ciò che riguarda la comunicazione del brand e non solo ad un prodotto. Perché Borbonese non è solo borse, ma è anche gioielli, pellicce, foulard.

Come sarà la donna Borbonese nella prossima primavera-estate?
Quella della prossima stagione sarà una collezione di evoluzione. Le prime due collocazioni sono state la naturale riedizione del brand, mentre per la prossima stagione ci saranno delle novità come le lavorazioni, alcune sperimentali, un accelerazione sul designer e della materia stessa. La nova linea sarà una amalgama di minimalismo sofisticato ed eleganza, tutto rigorosamente prezioso.

E i colori?
Naturalmente quelli della tradizione Borbonese e i colori naturali con una grande attenzione dei bordò.

Categorie: Speciali e Interviste Tag: , , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: