Jean Paul Gaultier, il couturier più discusso ed eclettico del mondo, veste per le serate più mondane delle prossime festività, lo champagne Piper-Heidsieck, bottiglia fra le più blasonate al mondo fin dai tempi della regina Maria Antonietta di Francia.

Come nelle migliori creazioni della Maison, la bottiglia di Brut Cuvée si veste di lattice nero e di una calza a rete che ricorda le gambe lunghe e seducenti delle ballerine del Folies Bergere e del Moulin Rouge della Parigi di fine ‘800.

Nessuna notte è perfetta senza una bottiglia di Piper Heidsieck che, in questa veste, indossa anche una mascherina rossa quasi nascondesse due occhi magnetici per catturare lo sguardo tra la folla di una sfarzosa festa in maschera.

“Ho scelto di usare lattice e calze a rete, materiali che mi ispirano da sempre –
commenta Jean Paul Gaultier – questi rappresentano il tocco seducente della
donna parigina, ma anche Paris Canaille, Paris Cancan e altri ancora. La
maschera rossa, invece, aggiunge un tocco di mistero e passione e ci conduce in
un universo onirico rappresentante il mondo dello ‘champagne’ ”
Dopo aver ‘vestito’ con un bustier il corpo della bottiglia di Piper Heidsieck
facendola rassomigliare ai fianchi e alle figure femminili, nel 1999, Gaultier
s’ispira ancora una volta alla seduzione per dare vita a questa raffinata Edizione
Limitata.
“Piper-Heidsieck e Jean Paul Gaultier: questa è la continuazione di una bella collaborazione che va avanti da più di 12 anni quando ho abbigliato la prima bottiglia di champagne con un corsetto rosso in vinile. ”, conclude lo stilista.

Stappare una bottiglia Piper-Heidsieck significa gustare aromi agrumati, con note di mele e pere che regalano una piacevole sensazione di frutta fresca, rivelata dalla delicata tensione del pinot nero. In tre parole: struttura, intensità, spontaneità.

Prezzo al pubblico? 40 euro circa.

Categorie: Curiosità Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: