Una collezione fatta di sensazioni, che coinvolge e sorprende i sensi.

Gli occhi si riempiono dei colori scuri, pieni, dal viola cupo al verde sottobosco; la luce rimbalza sulle nappe di vitellino metallizzato e sulla morbida vernice lavorata in alta frequenza, illuminandone le mille sfumature; lo struzzo si colora d’argento, mentre il pitone è dipinto d’oro e d’acciaio scuro, pennellata su pennellata.

Il tatto è solleticato dalle lavorazioni pensate per donare eccezionale morbidezza: il pitone è stato trattato come nabuk e raso per diventare soffice e malleabile; tessuti damascati e ricamati sono arricchiti da pietre color Jet, il cavallino è tagliato e ricucito con un effetto matelassé.

La nappa e il camoscio si avvolgono sinuosi alle forme pulite e precise: le maxi-clutch sono ricoperte da incroci e morbidi drappeggi trattenuti da fiocchi gioiello, la piccola pochette a uovo alterna raso a metallo specchiato, quella in raso di seta è decorata da una ragnatela di cristalli, mentre quella rettangolare effetto tartaruga è di disarmante eleganza.

La cura maniacale del dettaglio si legge anche nei piccoli borsellini contenuti in ogni borsa e ripresi sugli stivali di camoscio, nei decori fatti di tralci di fiori di metallo e smalti, nelle decine di fiori di passamaneria d’epoca applicati uno a uno, negli anelli a effetto "piercing" dei tacchi delle francesine.

Un gioco di contrasti, sorta di illusione ottica che sorprende e affascina: la borsina di raso bombata si rivela soffice, quella di raso drappeggiato ha invece un’anima dura come una corazza; la zeppa di scarpe e stivali è cucita all’interno, ricoperta da un unico pezzo di pelle, mentre la pochette più nuova ha uno spirito "mobile": rigida e geometrica dentro, all’esterno è ricoperta da drappi di diversi materiali, sostituibili a proprio piacimento; raso, nappa, camoscio e pitone. Per anime volubili.

Categorie: Scarpe Donna Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 14.03.2008
Ultimo aggiornamento: 14 marzo 2008