Con l’arrivo del freddo, si presenta un dilemma: tenere al caldo le mani o avere libero accesso alle funzioni del proprio dispositivo dotato di touchscreen?

I moderni tablet, smartphone, videocamere e gli altri apparecchi caratterizzati da touchscreen sono semplici e intuitivi da usare, perché dotati di schermo di tipo capacitivo, che reagisce alla naturale bioelettricità presente sulla pelle.

Ma, se si indossano dei tradizionali guanti, il flusso di elettroni si interrompe e il display non risponde al tocco.

Skingloves, i nuovi guanti realizzati con una particolare tecnica che  utilizza speciali fibre rivestite di argento, offrono una soluzione al problema.

L’argento, grazie alle sue naturali capacità di conduttore, permette il passaggio del flusso bioelettrico dalle dita allo schermo.
In questo modo l’utente può scrivere sms ed e-mail, navigare, rispondere a una telefonata, consultare un’app, scattare una foto, giocare ai titoli preferiti, e tanto altro ancora, in totale comfort, ma con la stessa prontezza e precisione che si hanno a mani nude.

Tutto il tessuto dei guanti Skingloves è uniformemente intrecciato con un filo d’argento, per utilizzare tutte e dieci le dita.
.
Il modello è unisex, ed è disponibili nelle seguenti versioni:
in lana Merinos, nei colori marrone scuro, rosso, nero, mattone, grigio chiaro e grigio scuro a €22,00 in acrilico in grigio scuro a €17,00.

Categorie: Accessori Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: