Per il prossimo autunno inverno 2012/13, Santoni si rivolge ad un uomo connoisseur libero dagli schemi. Un uomo capace di apprezzare lo stile fatto dai dettagli, dove i codici si mescolano e le categorie slittano. Un universo in cui il formale si ammorbidiisce e l’informale si arricchisce di un aplomb inedito. Un uomo che ama la tradizione ma senza rigidità, capace di riconoscere il fatto a mano, sofisticato ma senza doversi mettere in posa. Ed è proprio a questo “cittadino del mondo”, chic e sofisticato che Santoni dedica la collezione invernale. Una visione del lusso sottile e trasversale, da apprezzare con tutti i sensi, riscoprendo la cultura dell’essere, e non solo dell’avere. La collezione Santoni per l’autunno/inverno 12/13 nasce da questa visione in divenire dello stile. La cura del dettaglio, la ricerca di cromie pastose e fondenti, lo studio attento del design sono quelli di sempre. Le possibilità d’uso, però, si espandono. L’adattabilità si traduce in segno e dettaglio. La oxford stringata di camoscio anticato a mano, ad esempio, ha la suola realizzata interamente in lattice naturale: scattante, flessibile, una innovazione unica. Anche la pedula di ispirazione montana ha la suola di lattice naturale, in una congiunzione inedita di glamour ruvido e comfort cittadino Se i polacchini con doppia fibbia dalla suola a carrarmato pesopiuma rappresentano una vetta di eccellenza declinata con raffinato pragmatismo, le calzature di ispirazione sportiva guadagnano una preziosa ricercatezza: sono i pellami, le cuciture a mano mutuate dal mondo del formale, uniti alle suole leggere, a creare il nuovo linguaggio metropolitano.

Categorie: Pitti Uomo, Scarpe Uomo Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: