‘La figlia del Capitano’, i segreti di un successo e la nascita di una diva,  Vanessa Hessler

Sarà perché la fiction in costume è un genere che negli ultimi anni piace sempre di più al pubblico italiano, sarà perchè la controprogrammazione delle altre reti lascia un po’ a desiderare, sta di fatto che la miniserie andata in onda ieri e lunedì in prima serata su RaiUno “La figlia del Capitano” ha fatto bingo.

Dati Auditel alla mano, la fiction ha raccolto in media cinque milioni e seicentomila spettatori, che di questi tempi sono tanti per una rete generalista, realizzando circa il 20% di share. Un successo che naturalmente scaturisce dalla bontà del prodotto e quindi dalla bravura di coloro che lo hanno costruito, a cominciare dalla felice mano degli sceneggiatori, bravi a realizzare una ricostruzione storica credibile, ma anche per l’abile regia di Giacomo Campiotti.

Va poi aggiunto che anche il cast della fiction si è rivelato azzeccato: la produzione ha inserito dei volti giovani e interessanti, come quello di Vanessa Hessler, Primo Reggiani e Ludovico Fremont. Quest’ultimo ha raggiunto la grande popolarità con I Cesaroni, ma stavolta si è misurato con un dramma vero e proprio, connotato, per di più, dalla cornice storica della Russia settecentesca.

Un ritratto a parte merita la Hessler diventata ormai la reginetta delle fiction made in Rai. Negli ultimi anni Rai Fiction, le ha affidato più di un ruolo da protagonista: dalla principessa Cenerentola, a La ragazza americana, fino a Santa Barbara. La giovane sta assurgendo al ruolo di star, lo dimostra la sempre maggiore attenzione che i media le dedicano. Sul settimanale Oggu, ad esempio, compare un ampio servizio con la Hessler che rivela dettagli inediti sulla sua giovinezza, sui difficili rapporti in famiglia e anche sul suo fidanzamento con Mutassim Gheddafi, figlio del Raìs libico.

“La gente pensa che io sia solo una ragazza bella e giovane che fa una vita da sogno, ma non è vero: anch’io ho sofferto”. A 15 anni Vanessa viveva negli Stati Uniti con il padre, poi la madre la riportò in Italia con una scusa. Doveva essere una vacanza, non tornò più in America. “Non sapevo l’italiano, mi mancava papà, tutti mi prendevano in giro: è stata durissima”.

Su Mutassim Gheddafi, Vanessa rivela che «una causa legale in corso» le impedisce per ora di raccontare tutto sulla sua storia con Mutassim Gheddafi. «Ma presto dirò la mia verità», annuncia l’attrice italo-americana, che dal 2006 al 2010 è stata fidanzata con il figlio di Muammar Gheddafi, accusata dopo l’uccisione dell’ex fidanzato di aver rilasciato dichiarazioni filo-regime. «Non posso ancora parlare, ma c’è molto da chiarire».

Categorie: In Televisione Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: