martedì , 2 settembre 2014
Home / Specials / Speciali e Interviste / ‘Aziende, sul web dovete dialogare con le tribù’

‘Aziende, sul web dovete dialogare con le tribù’

Intervista a Giampaolo Colletti, autore del libro “Vendere con le community”, una scelta strategica per incrementare il business.
Il nuovo libro di Giampaolo Colletti “Vendere con le community”

Il nuovo libro di Giampaolo Colletti “Vendere con le community”, edito dal Gruppo 24 Ore (128 pagine, euro 16) traccia un identikit delle migliori brand community di multinazionali italiane ed estere, piccole e medie imprese, pubblica amministrazione, terzo settore o gruppi di interesse.

Il manuale prende in esame il ruolo delle community come scelta strategica per incrementare il business, suggerendo come il dialogo sul web permetta di vendere un prodotto o un servizio, un’idea, addirittura un brand. Il manuale racconta web tv, blog, piattaforme social, forum e contest che hanno saputo intercettare community online. Sfilate.it ha intervistato l’autore:

Colletti, come nasce questo libro?
Nasce dall’idea di raccontare come si stanno muovendo sul web i movimenti formati da consumatori, cittadini e utenti. Oggi la rete si sta verticalizzando e segmentando, di conseguenza per posizionarsi sul web occorre intercettare le community o le tribù come dice Seth Godin in uno studio sugli Usa. Le aziende più illuminate comunicano con le tribù. I network meno preparati parlano alla folla

Ma in Italia esistono giù queste dinamiche?
Si, io racconto il caso di venti aziende d’eccellenza che utilizzano il web e le nuove tecnologie: Si tratta di multinazionali, ma anche di realtà legate al mondo dell’associazionismo, ad esempio parlo di Emergency che su Twitter ha 130.000 follower.

Quale di queste case history ti ha colpito in modo particolare?
Mulino Bianco ad esempio, riesce ad intercettare la propria community attraverso un progetto che si chiama “Nel mulino che vorrei”, un progetto di co-genereazione di contenuti, in pratica gli utenti suggeriscono nuove idee per implementare i prodotti. Tieni conto che ogni tanto queste persone si incontrano nella realtà. Questo è uno degli aspetti più particolari delle community:andare oltre il puro collegamento virtuale

Qual è la chiave di successo di una community?
Mettersi allo stesso .livello dell’utente web e regalargli qualcosa di speciale, quello che viene chiamato “valore premium”. Questo è un aspetto importante per le aziende di moda, un utente iscritto alle community dovrebbe visionare materiale che ad altri è invece inibito. La forza delle community è nell’esclusività, uno deve sentirsi parte di una grande famiglia
Mauro Scarpellini

ci sono 2 foto correlate all'articolo, vai alla gallery completa

06.02.2012
Scroll To Top