venerdì , 1 agosto 2014
Home / Sfilate / Sfilate Donna / Sfilate Moda Donna Autunno/Inverno 12/13 / Arte Factum, la collezione Donna di Aigner per l’autunno-inverno 12-13

Arte Factum, la collezione Donna di Aigner per l’autunno-inverno 12-13

Atmosfera anni '30, art decò ed i dipinti di Tamara de Lempicka sono i tratti della femminilità proposta da Aigner per la stagione Autunno/Inverno 12/13.
Sfilata Aigner Moda Donna Autunno/Inverno 2012/13

Atmosfera anni ’30, art decò ed i dipinti di Tamara de Lempicka  sono i tratti della femminilità proposta da Aigner per la stagione Autunno/Inverno 12/13.

Il brand sceglie di far rivivere forza, sicurezza ed eleganza delle donne ritratte da Tamara de Lempicka, proponendo come esempi contemporanei di questo stile androgino, celebri attrici internazionali come Isabella Rossellini, Tilda Swinton e Anjelica Huston.

Partendo da questi presupposti, Aigner realizza una sintesi perfetta di eleganza e sobrietà: “Understatement” diventa la parola d’ordine per la prossima stagione.

Il brand gioca con i volumi e le silhouette, ispirate alle forme e alle figure dei quadri dell’artista polacca: il risultato è un mix di forme rigide e di materiali fluidi. I modelli sono ben definiti e i bordi enfatizzati.

Aigner propone ampie scollature, decolleté con ricami in cristallo, gonne e vestiti da giorno al ginocchio, pantaloni e gonne a vita alta, abiti slim fit in jersey fluido, giacche ampie, trench corti o oltremodo lunghi e pantaloni da cavallerizza.

Da sempre attento alla qualità dei materiali, il marchio sceglie di utilizzare jersey in seta, veli, lana crepe, punto milano, seta satinata, montone, visone. La scelta di combinare insieme materiali sintetici e naturali è dettata dalla volontà di riprodurre puntualmente lo stile e il metodo stilistico degli anni ’30.

Aigner dà libero sfogo alla sua creatività, proponendo una pallette di colori molto varia: blu cristallo, ispirato agli zaffiri di Ceylon, molto in voga negli anni ’30, avorio e bianco sporco, grigio-bruno, mogano, verde oliva, verde bosco, blu elettrico, mora, rosa, uva e nero.

Le borse, che da sempre rappresentano il cuore delle collezioni Aigner, s’ispirano ai modelli ideati dal celebre Paul Poiret, l’antesignano degli stilisti di epoca moderna: i suoi disegni rivelano un continuo gioco di forme, allo scopo di creare nuovi e interessanti angoli nel corpo. Le borse con manici corti, più o meno grandi, sono le più numerose; tuttavia è disponibile una variante con manici più lunghi, a garanzia di maggior confort e praticità. L’utilizzo di elementi metallici e cuciture sporgenti rende questi pezzi unici e affascinanti.

Il modello più rappresentativo della prossima stagione è la borsa “Arte Factum”.
Si tratta del gioiello indiscusso della collezione, un must have nato da un’accurata e lunga lavorazione artigianale. Realizzata in pelle di razza, con una superficie lucente, la borsa presenta una forma rivoluzionaria a scatola con gli inserti in pelle levigata.

Girello è un modello dalla forma angolare e rigida, con un elegante gancio a torsione. La decorazione metallica nella parte superiore e l’alternanza di pelle levigata e lavorata a rilievo, conferiscono alla borsa un appeal forte e sicuro. Girello è disponibile in due opzioni: in una combinazione di pelle caprina levigata e ruvida con finitura metallizzata oppure in pelle rosa, delicata e vivace, mista a sfumature color mora e nero ai bordi.

Una vasta gamma di splendidi accessori, tutti in linea con il mood anni ’30, completa la collezione: bracciali, spille, scarpe e cinture. Attraverso l’originale rivisitazione proposta da Aigner, l’Art Decò di Tamara de Lempicka entra nella moda contemporanea, affermando una femminilità forte e decisa, sofisticata e indipendente.

ci sono 6 foto correlate all'articolo, vai alla gallery completa

25.02.2012
Scroll To Top