Una collezione creata per una ragazza molto speciale.  E la storia ha inizio…

È la storia di una ragazza che ama suscitare clamore… clamour for glamour, fascino colorato, informale, gioioso, magico, divertente, attraente, capriccioso. Una ragazza che vive con passione, perché il suo stile è passione. Odia l’energia negativa, vive allegramente ogni singolo istante. Conosce la sua canzone e sa cantarla. Vestirsi significa ben più di indossare abiti: è il suo modo di comunicare al mondo come si sente.
Il suo stile personale riflette il suo modo di essere. Adora divertirsi e intrattenere. Le piace viaggiare. Attorno alla sua famiglia ha creato un universo di eleganza, il posto ideale per godersi la vita come ama fare lei: con gioia, ma con stile. La ragazza clam-glam passa da una  partita di tennis a una giornata in spiaggia, da una gita in barca a vela a un giro per mercatini d’antiquariato. Colleziona e cerca oggetti per gli amici, i suoi gusti e interessi sono eclettici come lei.
Che si tratti di apparecchiare la tavola o shakerare un cocktail, o anche di vestire i suoi bambini, l’attenzione ai dettagli di stile più sofisticati è sempre al massimo: 24 ore al giorno, 7 giorni la settimana, 365 giorni l’anno. Perché uno stile glamourous è la chiave per una vita altrettanto glamourous.
Per farsi conoscere, la ragazza clam-glam apre il suo armadio.

Benvenuti in guardaroba…La maglieria è la base del suo guardaroba.  L’essenza della ragazza clam-glam. Maglie su maglie. Golf e golfini. Ingioiellati. Asimmetrici. Con scollo a barchetta. O a “V”, profondo. A pois. Con motivi floreali. Coloratissimi. Da sovrapporre come strati.
Insieme alle maglie, i perfetti “sotto”.  Pantaloni: dai super-aderenti a sigaretta, fino alla zampa; dai Capri agli hot-short; in ogni forma, adatti a tutti gli umori. Gonne: da quelle sexy e attillate agli strascichi per “entrate ad effetto”; e l’immancabile tubino.
Per la ragazza clam-glam, gli abiti non sono soltanto un concetto estetico. Devono starle bene addosso, farla sentire in armonia. I materiali lussuosi sono un’esigenza irrinunciabile. Tessuti di cui non si può fare a meno: taffeta, garze, chiffon, cotoni da camicia, cashmere velati, shantung, lini e lane iridescenti. Insomma, un guardaroba senza stagioni: conosceva già il global warming ancora prima di AL Gore!

LBD.  Che altro? Il “little black dress”, quintessenza del fascino femminile, specialmente se interpretato da fibre inedite o con uno scollo particolare. Deve essere sofisticato, sexy, sempre impeccabile.

Che si tratti di scegliere i bicchieri da mettere in tavola o degli abiti da indossare, i colori sono segnali dello stato d’animo. Primo fra tutti, il bianco. Poi viola, lilla, beige, turchese, prugna, rosa baby, fucsia e smeraldo.  Infine, il "lato oscuro" del suo stile: grigio fumo e tutti i neri, per rivelare un aspetto più seducente, misterioso e magico.
I capi sartoriali sono sfoderati e destrutturati. Così semplici da essere anche reversibili. Leggerissimi, minimali, cuciti a mano. Tagliati meticolosamente, geometrici e a kimono. L’Oriente è radicato nel cuore della ragazza clam-glam. Forse è stata una geisha in una vita precedente. Le sue camicie e persino i suoi pull sono fatti di finissimo cotone per camiceria italiano, con tagli sartoriali.
Il suo pezzo preferito? La camicia che lei chiama  "Una geisha a Wall Street.”

Per questa ragazza curiosa, vestirsi è come una canzone: musica e parole. La melodia è fatta di abiti e le parole sono gli accessori, che definiscono lo stile. Vestirsi senza accessori è come mezzi nudi. Non esiste la parola “basta” quando si tratta di aggiungere i tocchi finali.
 
Dettagli da regina
She loved to cuff, clasp, clip, cinch and crown.

An arm full of cuffs, a neck bejeweled, a dangling clip on her ear, and a crown on her head.  It didn’t have to be a hat, just some kind of embellishment that made her feel like a queen.
 
Grandi fusciacche di pelle in vita per chiudere cappotti e giacche senza bottoni. Passamaneria e drappeggi da avvolgere attorno al corpo, ma anche dettagli in grosgrain, inserti e nappe intrecciate a mano con cristalli incastonati.
 
Sciarpe, larghe e sontuose. Nel più fine dei cashmere, come un velo, o in garza di cotone tinto in capo, con stampe floreali e a pois. Da usare come parei al mare, o per un turbante esotico.

Borse e pochette di tutte le forme e fogge, per assecondare ogni stato d’animo. La ragazza clam-glam è decisamente una “clutch-girl". La preferita è una duchesse in satin colorato, con nappe giganti. Ma ama anche le borse in paglia, ne ha di tutte le forme e le misure. Per le borse da viaggio predilige la pelle di qualità eccelsa, per apparire sempre chic e in ordine.
  
La ragazza clam-glam è speciale e riconoscibile in ogni momento: quando gioca a tennis come quando ha un appuntamento di lavoro, se riceve gli amici in casa o va prendere i figli a scuola, è sempre e comunque in sintonia con il proprio stile, al cento per cento. E la parola chiave del suo stile è glamour. 24 al giorno, 7 giorni la settimana, 365 giorni l’anno. Clamour for glamour  .
E la storia continua…

Categorie: Abbigliamento Donna.

Articolo pubblicato da in data: 10.02.2009
Ultimo aggiornamento: 10 febbraio 2009