Dopo il felice debutto a Milano Moda Donna a settembre 2009 Massimo Ardizzone prosegue sulla strada del successo col suo stile di impronta sartoriale.

Portare la couture nell’industria e sperimentare materiali e lavorazioni tradizionali della sua terra, la Sicilia, sono due valori imprescindibili nelle collezioni disegnate da Massimo Ardizzone. Per la stagione autunno/inverno 2009-10 sono il dolore e la passione – sentimenti che affondano le radici nella sua isola – i temi che caratterizzano i capi e si esprimono innanzitutto attraverso i colori che nell’immaginario di tutti rappresentano questi sentimenti: il nero e il rosso.
Sono sentimenti forti che definiscono una donna di carattere. Per lei Ardizzone, dopo un’approfondita ricerca, crea volumi che avvolgono, sottolineano e accarezzano la silhouette da un lato, mentre dall’altro sono del tutto innovativi e giocano con il corpo reinventandolo e offrendogli un’identità che si impone nello spazio e attira l’attenzione su di sé.
Il tutto impreziosito da lavorazioni originali, accostamenti di pietre, metalli e tessuti che producono ricche trame. In particolare, perdendo la propria funzione primaria diventano motivi di grande originalità: le cerniere si trasformano in accessori, le piume in ricche bordure, le paillettes in tessuti brillanti. Per contrasto, un tessuto tecnico come il pvc rende capi eleganti adatti a tutte le occasioni. Scialli e ricami, tipiche icone della Sicilia rivisitate in chiave moderna, trovano con Ardizzone uno spazio senza tempo dove esprimere tutta la forza di una collezione dall’eleganza decisamente mediterranea.
Dopo essere entrato nel mondo della moda lavorando per otto anni alla Maison Gattinoni a Roma, Massimo Ardizzone, parlemitano doc, intraprende numerose collaborazioni stilistiche con aziende come La Perla e Mario Valentino, linee come Claude Montana e stilisti con una grande esperienza nel mondo della maglieria. Dal 2004 disegna le collezioni Marly’s, Carlo Pignatelli, Sherrer Parigi.
La collezione Massimo Ardizzone è distribuita da Elisa Gaito Showroom, Via Marcona 3, Milano.

DIDASCALIE IMMAGINI
giacca in tessuto creato a mano con una tecnica artigianale a telaio intrecciando cordoni e strisce di lana e seta

1.260 fili di lana, in quattro toni di bordeaux per l’abito da sera simbolo della passionalità siciliana "imprigionata" in una ragnatela di chiffon punteggiata da cristalli Swarovski.

Categorie: Abbigliamento Donna.

Articolo pubblicato da in data: 28.02.2009
Ultimo aggiornamento: 28 febbraio 2009