Per l’autunno/inverno 2009, Twenty8Twelve by s. miller ha proposto una collezione che riflette lo spirito londinese. Capi raffinati dal sapore vintage, elementi di eccentricità, spirito contemporaneo. Per uno stile  che esprime un’autentica e decisa sicurezza.

Si ispira alle immagini e alle teorie del rivoluzionario regista francese Jean Luc Godard e al movimento cinematografico della “Nouvelle Vague”.
Twenty8Twelve by s. miller crea la sua identità utilizzando tecniche antiche per dar vita ad uno stile diverso. Abiti dal taglio moderno, potente e deciso. Il fascino androgino e la stravaganza di Grace Jones.

Negli abbinamenti esiste una doppia personalità, un legame intrinseco alla fusione dei contrasti. Il bandito-gentiluomo scarmigliato, con il suo abbigliamento raffinato ed  elegante, è un riflesso di questo dualismo e dello sbiadito glamour tipico della severa epoca vittoriana.

Ulteriore fonte di ispirazione sono le romantiche contraddizioni del  famoso personaggio de “Il Vagabondo”, interpretato da Charlie Chaplin: un giramondo dai modi raffinati e dalla dignità di un gentleman e la sua  scompigliata eleganza. L’abbigliamento è quindi visto da una prospettiva diversa, la sottile ironia del suo look sartoriale si riflette nelle linee.
 

Categorie: Abbigliamento Donna.

Articolo pubblicato da in data: 11.03.2009
Ultimo aggiornamento: 11 marzo 2009