E’ un fragile confine quello che separa l’anima rock e aggressiva da quella ingenua e romantica della donna Malloni Autunno / Inverno 2009 – 2010.

Le silhouette si allungano, si espandono, si gonfiano. Le schiene si scoprono con discrezione e le maniche si allungano come guanti. Un’immagine coperta e pulita che strizza l’occhio al rigore New Look.

I tessuti Preziose imbottiture formate da sottili strati di seta e fili di lana sono imprigionati in una vera e propria “gabbia”. L’effetto è quello di una celata trasparenza, lane e tessuti pesanti che sembrano imbottite ma che ne lasciano intravedere l’anima.
La matericità di una lana tecnica che prende aria al suo interno crea spessore e allo stesso tempo definisce vite sottili ed eleganti. Rigorose gabardine di lana e cotone. Volano le organze, look assoluto di enormi gonne a ruota o di fascianti tubini iper definiti. Impalpabili sete lavate che, come attraverso un soffio di vento, aderiscono e sfuggono sul corpo.
Brillano i tessuti per la presenza di cristalli luminosi che danno luce ed esaltano la sinfonia delle due anime Malloni.
Infine la pelle come armatura.  Un domino di pieghe contigue diventa un gilet dall’apparenza snodabile.

La maglieria Jersey di lana e seta,  aderenti come collants e incredibili ragnatele di fili di lane diverse intrappolano il corpo creando forme trasparenti e sensuali.
La maglieria prende luce grazie ad uno smacchinato serico e brillante, la lavorazione a coste crea un gioco di colori e contrasti e diviene disegno e segno grafico.

I colori Il rigore del nero assoluto e l’eleganza del grigio sfumano nell’avorio e nel bianco latte.
Le stampe lasciano il posto alle tinte unite,  ai  campi pieni e a spazi di colore unici.

Gli accessori  Tacchi esilissimi lanciano le silhouette vertiginosamente. Piccole borse, cartelle e pochette ammiccano all’anima rock della collezione con fibbie, rivetti e chiusure in nichel e argento.

Categorie: Abbigliamento Donna.

Articolo pubblicato da in data: 14.04.2009
Ultimo aggiornamento: 14 aprile 2009