Importante traguardo raggiunto da Breil Milano, marchio di orologi e gioielli del Gruppo Binda, nella lotta alla contraffazione. Per la prima volta viene infatti emessa una sentenza dal Tribunale di Civitavecchia, che prevede un procedimento penale per la contraffazione della collana Snake.

Dopo una lunga battaglia giudiziaria, Breil Milano ha finalmente ottenuto il riconoscimento della pena per la contraffazione del suo gioiello più noto. 647 collane della collezione Snake, sono state infatti ritirate a Fiumicino a cui è seguito l’istruttoria dibattimentale, dove il Giudice del Tribunale di Civitavecchia, ha condannato la parte civile alla pena di 1 anno e nove mesi di reclusione, oltre al risarcimento dei danni nei confronti del Gruppo Binda.

La sentenza segna un primo e importante traguardo nella battaglia contro la contraffazione intrapresa da Breil Milano già da parecchi anni. Si tratta infatti del primo provvedimento penale a favore del marchio milanese, da tempo oggetto di numerose attività di contraffazione.

Categorie: Trade News Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 02.05.2007
Ultimo aggiornamento: 2 maggio 2007