Rimedi miracolosi e diete strabilianti…se è così semplice …ne parliamo con il Dott. Giordano, esperto ed erborista molto apprezzato a Milano.

È molto frequente essere sollecitati da teorie e pratiche capaci di risolvere miracolosamente i nostri problemi, veicolate da prodotti più o meno costosi, sempre proposti come se fossero l’uovo di Colombo.

Ultimamente dai 4000 metri del Tibet, arriva l’offerta di un frutto essiccato, ricchissimo di vitamine e sali minerali, con antiossidanti e dalla capacità ipoglicemizzante, con effetto contro l’invecchiamento e naturalmente dimagrante: una panacea! Dal Nepal poi, i rimedi dell’ultimo alchimista che lavora perle e metalli capaci di medicare molti mali, poi i semi di chia, il cibo degli aztechi capace di far dimagrire e … ma domandiamoci:

“Perchè se tutto questo fa bene, sono ancora in pochi a saperlo?
L’utilizzatore soddisfatto, perché non ha urlato il suo successo?”

Talvolta trattamenti e cure rimangono praticate solo in zone circoscritte e ristrette, ma la gioia della soddisfazione ne dovrebbe far divulgare l’uso senza freni e senza filtri, da chi ne ha riscontrato i benefici. Ogni proposta può avere una sua validità ma non si possono usare i rimedi utili nel loro contesto, al di fuori di esso pensando che quanto li accompagna non faccia parte integrante necesaria allo scopo benefico; impossibile ottenere gli stessi risultati da un rimedio, senza seguire principi e direttive dettate da una civiltà che non è solo medicina ma anche modo di vivere e stile di vita: occorre abbracciare tutta la filosofia e stile di vita che accompagna il rimedio, per godere i massimi benefici.

I vecchi dicevano che per il buon esito, bisogna credere in quello che si fa ma importante è anche come lo si fa e quando.

La salute è una cosa seria; cerchiamo di evitare chi ci abbindola prospettando soluzioni miracolose o rimedi appena riscoperti come nuove panacee.
Chiedete consiglio al vostro medico di fiducia, anche per le recenti denunce di diete famose ma nocive; per la verità, anche molte altre diete andrebbero ignorate, ma non hanno ancora creato danni a tal punto da essere bandite, grazie alla nostra naturale incostanza.

Quando chiedete un consiglio, continuate a far domande sino ad essere soddisfatti delle risposte. Se non siete convinti delle argomentazioni, pensate che la salute è figlia della chiarezza e di risposte semplici.
Complicazione e nebulosità sono produzione dell’inganno.
Un prodotto miracoloso, oggi sarebbe argomento di articoli e pubblicazioni di grande risalto, trasmissioni e conferenze continue con validazioni e certificazioni ineccepibili: un volantino ed un sito non bastano a dare fondatezza ad una proposta.

Da sempre si ripete che la miglior dieta è quella mediterranea dell’inizio del secolo scorso: la dieta povera contadina che per qualità e varietà degli alimenti apporta il meglio dei nutrizionali necessari al mantenimento della miglior salute; certo che esagerare causa danno in ogni verso, la salute è nella moderazione, nell’equilibrio dell’apporto di carboidrati e proteine, con pochi alimenti salati e moderata presenza di quelli dolci.

Una dieta varia riconoscibile in una dieta dissociata semplice, comporta a pranzo un secondo con verdure cotte e crude a volontà, ed a cena un primo con verdure sia crude che cotte sempre a volontà; questo rappresenta il miglior consiglio dietetico e certo avrete benefici discreti.

Si possono contemplare aiuti mirati e  personalizzati: ma non tutto va bene per tutti. Bisogna scegliere gli aiuti con proprietà, secondo le esigenze di ciascuno. Il vostro erborista saprà consigliarvi per il meglio, seguendo le indicazioni del medico.

Ci vuole sempre buon senso: siamo arrivati al punto cruciale. Quando manca, scattano le anomalie ed i problemi; è nella prevenzione che si fonda la miglior salute. Conservare la salute è una cosa semplice, fattibile da tutti: semplice ma non cosa normale; la gola rende ciechi ed induce a privilegiare pasta e pane in ogni forma per scompensare in un verso oppure privilegiando formaggi e carni, per mali del verso opposto.

Quando vi offrono una dieta, leggetela due volte e chiedetevi perché seguirla: se non sapete rispondere, ma anche se pensate sia la migliore per voi, confrontatevi con il vostro medico. È sempre meglio.
Buona tisana a tutti.
Dr Giuseppe Giordano, erborista
Erboristeria  la Camomilla  s.a.s
Viale Montenero 13-15
Milano.

Categorie: Costume e società, Curiosità, Speciali e Interviste Tag: , , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: