Continua la rassegna artistica “Sulle Ali della Bellezza” l’appuntamento è il prossimo 6 giugno a Bari, con una performance live al Duomo di Molfetta.

Dies Irae, è il primo dei tre appuntamenti della IV rassegna artistica ideata e organizzata da Girolamo Samarelli dedicata quest’anno alla tematica della Pietà, che si svolge a Molfetta e Bari il 6, il 10 e il 17 Giugno 2012.

Dies Irae è una esperienza sensoriale ispirata al giorno del Giudizio Universale, che prende le mosse dalle musiche di Gianvincenzo Cresta e dai disegni di luce di Marco Policastro con le installazioni visive di , per mettere al centro il pubblico «privato di punti di riferimento e guidato idealmente da una figura femminile, mentre il suono contrappunterà la parola scritta, vestita di luce».

Il Duomo di Molfetta, spogliato e messo a nudo,  si piegherà alla proiezione del testo del profeta Sofonia che descrive il Dies Irae, «perderà la connotazione originaria per diventare un grembo, un luogo dove si vivrà una esperienza senza vincoli difficilmente definibile».

CORPICRUDI strutturano per l’evento nei suggestivi spazi di un luogo sacro un’installazione live con un corpo femminile che si colloca all’interno del progetto work-in-progress AETERNITAS (dedicato alla dea romana dell’Eternità, dove bianche figure animano luoghi di antica memoria), di cui hanno presentato precedenti episodi negli spazi ottocenteschi della Lavanderia a Vapore di Collegno (L’Attimo Celeste Prima dell’Apocalisse – personale, 2009), del Castello Aragonese di Taranto (Studio per una muta luce –  Intramoenia Extra_Art: Miraggi, direzione scientifica di Achille Bonito Oliva e cura di Giusy Caroppo, 2010)  e delle antiche carceri della Caserma Giletti nella Cittadella di Alessandria (Studio per l’inquieto suono – Biennale di Alessandria, VideoFotografia Contemporanea: Disturbi e Disordini, 2011).

Categorie: Arte Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: